Accuse nei social: un evento inventato dietro la strage in discoteca

E se fosse stata tutta una finzione per attirare alla Lanterna Azzurra quanta più gente possibile sfruttando il traino del nome di Sferaebbasta a causare la strage in discoteca? La  domanda sta circolando da ieri sui social. Non è escluso che possa diventare un elemento sul quale gli inquirenti decidano di svolgere  accertamenti.

Leggi altro ›
Taggato con: , , ,

Emiddio Novi, il mio maestro di giornalismo

Lunedì scorso ho partecipato al meeting organizzato dalla famiglia Novi per celebrare il ricordo di Emiddio, il mio mentore. Un incontro intenso, partecipato, commosso, nella sala dei Baroni. Tra tutti gli interventi, qui disponibili su Radio Radicale, raccomando l’ascolto di quello di Antonio Bassolino, il suo principale avversario. Una lezione di politica e di etica civile. A me è toccato il compito di restituire la sua lezione di giornalismo. Quattordici minuti per raccontare otto anni indimenticabili. 

La polizia che spara e le retate preventive non fermano la rivolta francese

 Il sabato più temuto, quello che ha fatto parlare di manifestanti disposti “ad uccidere” e di atmosfera “da golpe”, è passato. Con incidenti gravi e violenza dilagante, ma molto più circoscritta rispetto alle settimane scorse. A gridare “Macron dimettiti” sono stati 125.000 manifestanti in tutta la Francia, setacciati con un’operazione preventiva che ha isolato i violenti e portato a centinaia di arresti. 
Impressionanti le immagini diffuse sulla pagina facebook Anarcharsis, con video che documentano la brutalità poliziesca. Gli agenti sparano grossi proiettili di gomma sui dimostranti inermi.

Leggi altro ›

Il corteo no tav a Torino: una marcia trionfale. Appendino: vecchio modello di sviluppo

“Mentre la coda del corteo non ha ancora lasciato piazza Statuto, possiamo gia’ dire che siamo 70.000 e faremo i conti finali in piazza Castello. Una marea ’No Tav’”. Cosi’ il comitato che si oppone alla Torino-Lione in una nota con la quale ha diramato una prima stima delle presenze nel centro di Torino.

Leggi altro ›

La polizia spara contro i gilet gialli. Trenta feriti, 720 fermi dopo ore di scontri a Parigi

Sono una trentina le persone rimaste ferite nelle proteste dei ‘gilet gialli’ a Parigi, dove le forze di sicurezza hanno fermato -il bilancio si riferisce a  metà pomeriggio – più di 720 persone, di cui la maggior parte sono state trattenute in custodia e oltre mille sono state interpellate. Tra i trenta feriti, tre sono agenti,  due giornalisti del quotidiano Le Parisien, raggiunti da proiettili di gomma del tipo flash-ball. Uno è stato colpito al collo e uno al 
ginocchio. Uno di loro ha perso conoscenza ed è stato anche brevemente ricoverato in ospedale. “Il poliziotto mi ha detto: ’scusami, puntavo a un altro’”, ha raccontato il giornalista. 

Leggi altro ›

Parigi, ore 14. Nonostante centinaia di arresti preventivi, casseurs all’attacco


Dopo le 14 sono comparsi i primi gruppi di casseur nella manifestazione dei gilet gialli a Parigi. E’ accaduto nell’8/o arrondissement, vicino a boulevard
de Courcelles, dove alcune auto sono in fiamme e si riproducono le scene di vandalismo e saccheggio delle settimane scorse.

 
Dopo le 13 sale anche la tensione nel centro di Parigi. Migliaia di persone partecipano alle nuove manifestazioni dei gilet gialli. Sugli Champs-Elysees, sono stati incendiati alcuni bidoni della spazzatura. In rue Beaujon, non lontano da Place de l’Étoile, come riferisce Le Figaro si sentono boati, probabilmente provocati dall’esplosione di petardi.
Un corteo di gilet gialli nella zona dell’Opera si è ripetutamente scontrato con la polizia a Boulevard des Italiens. I manifestanti hanno acceso dei fuochi ed hanno lanciato fumogeni, la polizia ha risposto con gli idranti. Il corteo si sta dirigendo verso Republique. Altri gilet gialli, dalla zona di Republique e Bastille si dirigono verso gli Champs-Elysees.

Leggi altro ›
Taggato con: , , ,

Dopo 50 anni, ancora bagarre, in minima scala per la prima della Scala

La contestazione della prima alla Scala di Milano, l’inaugurazione della stagione lirica nel tempio della borghesia milanese, è stato un momento fondamentale nel Sessantotto e l’epifania del movimento del Settantasette. Quella feroce battaglia di strada, il 7 dicembre 1976, segnò il punto medio tra Parco Lambro e l’esplosione del movimento tra Università e territorio a fine gennaio. 

Leggi altro ›
Taggato con: , , , , , ,

7 dicembre 1976: scontri alla Scala. Jacopo Fo racconta la nascita del ’77

Il 7 dicembre 1976, 40 anni fa, gli scontri per la prima alla Scala segnano il battesimo del fuoco per i circoli del proletariato giovanile, già balzati all’onore della cronaca per la bagaria della festa di parco Lambro, nell’estate. Per molti rappresenta il Capodanno del Settantasette. Qui il racconto di Jacopo Fo, uno che in abbondante anticipo con lo spirito dei tempi e l’aria che tirava in famiglia si era spostato “tra coloro che già avevano abbandonato l’ala ultramilitarista intorno all’inzio del 1975.

Leggi altro ›
Taggato con: , , , , , ,

10 anni dopo. Scontri ad Atene, nel ricordo del 15enne ucciso da un poliziotto

A 10 anni di distanza dalla morte dell’adolescente Alexandros Grigoropoulos, ucciso da un poliziotto il 6 dicembre del 2008, circa 1700 persone sono scese in piazza ad Atene per ricordarlo.
In serata un altro corteo – nel distretto di Exarchia, dove fu ucciso il quindicenne – è degenerato in violenza. I manifestanti hanno lanciato bombe incendiarie e scagliato sassi. La polizia antisommossa greca ha risposto con il lancio di lacrimogeni e ha fatto ricorso a cannoni ad acqua.
La polizia ha riferito di aver effettuati 35 arresti. Tre persone risultano ferite. Due di queste sono poliziotti.
 Un poliziotto uccise Grigoropoulos dopo un banale diverbio. Ora è in carcere con una condanna all’ergastolo in primo grado, ma il processo d’appello è in corso. A quella morte seguirono due settimane di violenze in tutta la Grecia. Ora è diventata per il Paese il simbolo di uno Stato cattivo e di una crisi economica che comincia appena ad allentarsi.

Taggato con: , , ,
Top