Archivi Mensili: aprile 2013

Una tragedia

[Sul Giornale di Napoli facevo spesso fondini su storie di camorra] C’è un aspetto esemplare nella tragedia di Amedeo Mazzara, il boss di Cesa che si è visto morire un figlio di droga. Non sappiamo se il traffico di stupefacenti

Pubblicato in nelle strade, nel Palazzo Taggato con: , , , , , , , , ,

Il piccolo mostro di New York

[Una storia horror] NEW YORK Ora anche la Grande Mela ha il suo piccolo mostro. Niente della grandiosità del mostro di Milwaukee, che dell’incredibile violenza subita in carcere aveva trovato la molla per tramutarsi nel più sadico e feroce dei

Pubblicato in nelle strade, nel Palazzo Taggato con: , , , ,

Conti aperti con la sinistra giustizialista

[Un corsivo sui conti aperti con la sinistra giustiziera. Prima di Mani pulite] Giusto l’altro giorno un gruppo di intellettuali e giornalisti milanesi scriveva al Manifesto invitando i tanti che si erano generosamente mobilitati in favore di Sofri e compagni

Pubblicato in anni di piombo Taggato con: , , , , , ,

In fondo e` uno sporco mestiere: il Supersismi condannato

[Un commento alla sentenza che vede condannare i vertici del Supersismi per l’operazione “Terrore dei treni” soltanto per malversazione: un bordello animato solo per fare soldi. Ci vorrà poi il processo per la strage di Bologna per veder riconoscere Gelli,

Pubblicato in anni di piombo Taggato con: , , , , , , , ,

La lotta alla camorra non e’ questione di ordine pubblico

[A rileggerlo oggi, fuori contesto, e a ripensare a quello che era appena successo, il pezzo mi sembra inconsistente e inadeguato. Probabilmente rientrava in una più ampia e articolata campagna di polemica politica contro la gestione dell’ordine pubblico in Campania,

Pubblicato in nelle strade, nel Palazzo Taggato con: , , , , , , , , ,

La strage di Secondigliano una dimostrazione di geometrica potenza

[Una strage di camorra di vent’anni fa. In un quartiere ben noto alle cronache, Secondigliano. Ai danni di un clan ancora famoso: uno dei sopravvissuti dei Prestieri è infatti il pentito che ha inguaiato il superpoliziotto napoletano, il vicequestore Pisani,

Pubblicato in nelle strade, nel Palazzo Taggato con: , , , , ,

Curcio, Estè e le scelte antipsichiatriche di Reagan

[Il leader di Psichiatria democratica Sergio Piro presenta il libro che Renato Curcio ha dedicato alle espressioni artistiche di un internato nel manicomio di Napoli]

Pubblicato in giustizia e politica Taggato con: , , , , , , , , ,

Una sana voglia di dissenso

“Nessuna guerra e` finita se i prigionieri non tornano a casa” [La mia prima intervista a Oreste Scalzone, nell’agosto del 1987, da cui nascerà un lungo, tormentato sodalizio, durato vent’anni]

Pubblicato in anni di piombo Taggato con: , , , , , , , , , ,

Terrorismo nero: un giorno in Tribunale

[La cronaca della prima udienza del processo Quex. Il mio primo impatto, in un’aula di giustizia, con il terrorismo nero] ROMA- Rinvio immediato al processo d’ appello per Quex ma l’udienza è stata vivacizzata dalla protesta ferma e pacata di

Pubblicato in anni di piombo Taggato con: , , , , , , , , , ,

Quando il giudice comprende le ragioni della traiettoria di morte

[La recensione del libro scritto dal giudice Guicciardi sul processo d’appello milanese a diversi spezzoni del partito armato] “Alla fine del processo parlerò con il vostro linguaggio”.

Pubblicato in anni di piombo Taggato con: , , , , , , ,

Sono nato a Napoli nel 1956 e cresciuto a Posillipo. Vivo e lavoro a Potenza. Sposato da 35 anni, ho una figlia trentenne, un genero, un nipote. Militante dell’antagonismo sociale negli anni Settanta, ho proseguito il mio impegno sul fronte della solidarietà per i prigionieri degli anni di piombo, partecipando in prima persona alle campagne per la soluzione politica. Le mie posizioni da un marxismo critico di matrice operaista si sono evolute nella direzione di un radicale libertarismo. Col passare degli anni, ho spostato la mia attenzione dalla cronaca alla narrazione, dalla ricostruzione dei fatti ai dispositivi di costruzione delle storie...

L'alter-Ugo è la superfetazione del blog Fascinazione, chiuso alla fine di febbraio 2013, quando ha superato il milione di visitatori e poi riaperto e affidato alla cura del discepolo più devoto. Perché 25 anni di ricerca e osservazione sulla fascisteria bastano e avanzano anche a un maniaco compulsivo come me. Questo sito si occuperà ancora di politica e movimenti sociali ma offrirà pure una robusta documentazione d'archivio delle mie precedenti attività giornalistiche e costituirà lo snodo per accedere a tutti i miei canali del web 2.0 (blog, anobii, youtube, flickr)