Archivi Mensili: ottobre 2014

Napolitano testimone: ma cosa credevate potesse venire a raccontare?

Ho scritto qualche mese fa un pamphlet, “Napolitano, il capo della banda”, che, al di là della cazzimma dell’editore che ha forzato sul titolo, più che una requisitoria contro la persona del capo dello Stato è una riflessione con forti

Pubblicato in la battaglia della memoria, nel Palazzo Taggato con: , , , , ,

Strage di Bologna: Colombo ovvero la sinistra che piace perché nega il principio di realtà

L’angelo della morte, che in certe leggende si chiama Samaele e col quale si racconta che anche Mosè dovesse lottare, è il linguaggio. Esso ci annuncia la morte – che altro fa il linguaggio? Ma proprio quest’annuncio ci rende così

Pubblicato in conflitto sociale, la battaglia della memoria Taggato con: , , ,

Napolitano, il capo della banda. Lo spot di Zoro, il capitolo sulla trattativa

C’è stata gloria anche per il mio “Napolitano, il capo della banda”, ieri sera, a ‘Gazebo’ la geniale trasmissione di Rai tre condotta da quel genio di Zoro. Ad attrarre l’attenzione del suo inviato al Circo Massimo, al banchetto delle

Pubblicato in conflitto sociale, la battaglia della memoria, nel Palazzo Taggato con: , , , , , , , ,

A proposito delle Sentinelle in piedi e delle opposte battaglie per i diritti

L’ondata di contestazioni contro le Sentinelle in Piedi hanno sortito il clamoroso controeffetto di dare visibilità a un movimento finora sviluppatosi in sordina e con un basso profilo. E’ trascorsa una settimana e le polemiche non sembrano placarsi. Per fortuna

Pubblicato in conflitto sociale, nelle strade Taggato con: , , , , , , , ,

Omicidio Esposito, il video dei napoletani smentisce la difesa di De Santis

“Sono davvero disperato per quello che è successo e mi porto dentro tutto il dolore per la morte di Ciro Esposito. Non volevo uccidere proprio nessuno, però purtroppo alla fine un ragazzo è morto. Voglio dire che è vero, alla

Pubblicato in conflitto sociale, fascisteria, la battaglia della memoria Taggato con: , , , ,

Katia Ippaso e la prima intervista a Enzo Olivieri sul sequestro Cirillo: e usatelo Google, benedetti ragazzi

Katia Ippaso guasta questa bella intervista a Giovanni Senzani inserendoci una sciocchezza colossale. Non è affatto vero che Enzo Olivieri non abbia mai parlato del sequestro Cirillo. Lo fece con me, in un appartamentino di Montreuil, il 14 febbraio del

Pubblicato in anni di piombo, la battaglia della memoria, nelle strade Taggato con: , , , ,

Strage di Bologna, Di Vittorio e Calidori: ecco cosa ha detto Cossiga sulla pista palestinese

Ugo Maria Tassinari L’ALTER UGO Ugo carissimo, negli ultimi due anni e mezzo – in particolare – si è voluto dire e ripetere così: “la tesi di Cossiga” (Enzo Raisi); “ce l’ha detto Cossiga” (la Mambro e Fioravanti). Dopo la

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , , ,

Napoli tra vecchio (Bassolino) e nuovo (de Magistris) o la straordinaria intelligenza dell’omissione

Giovedì sera, siamo stati più di due ore a discutere di Napoli, tra vecchio e nuovo, Paolo Macry, Norberto Gallo, Mario Colella e io, con i sagaci contributi di Nunzio Rovito, Vincenzo Pascale, Angela Piscitelli e Francesca Bassini, spaziando dalla crisi

Pubblicato in conflitto sociale, nel Palazzo

L’autogol del sindaco facente funzione e la determinazione rivoluzionaria di de Magistris

“No, non sono stanco. Sostituisco il sindaco in alcune funzioni”. Così Tommaso Sodano, sindaco di Napoli ff (ci ha tenuto subito a precisarlo: facente funzione) ha replicato all’arguta domanda che Gianni Simeoli gli ha posto dai microfoni della “Radiaccia”,  la

Pubblicato in Senza categoria

Arrendetevi all’evidenza. Luigi De Magistris era contro i principi del Diritto anche quando indossava la toga

Ora tutti stanno a meravigliarsi che un  sindaco ex magistrato abbia così bassa considerazione dell’amministrazione giudiziaria, delle sentenze, delle procedure. La cosa drammatica, invece, è che il suo punto di vista e la sua prassi erano le stesse anche quando

Pubblicato in i politici dell'odio, nel Palazzo Taggato con: , , , , , ,

Sono nato a Napoli nel 1956 e cresciuto a Posillipo. Vivo e lavoro a Potenza. Sposato da 35 anni, ho una figlia trentenne, un genero, un nipote. Militante dell’antagonismo sociale negli anni Settanta, ho proseguito il mio impegno sul fronte della solidarietà per i prigionieri degli anni di piombo, partecipando in prima persona alle campagne per la soluzione politica. Le mie posizioni da un marxismo critico di matrice operaista si sono evolute nella direzione di un radicale libertarismo. Col passare degli anni, ho spostato la mia attenzione dalla cronaca alla narrazione, dalla ricostruzione dei fatti ai dispositivi di costruzione delle storie...

L'alter-Ugo è la superfetazione del blog Fascinazione, chiuso alla fine di febbraio 2013, quando ha superato il milione di visitatori e poi riaperto e affidato alla cura del discepolo più devoto. Perché 25 anni di ricerca e osservazione sulla fascisteria bastano e avanzano anche a un maniaco compulsivo come me. Questo sito si occuperà ancora di politica e movimenti sociali ma offrirà pure una robusta documentazione d'archivio delle mie precedenti attività giornalistiche e costituirà lo snodo per accedere a tutti i miei canali del web 2.0 (blog, anobii, youtube, flickr)