Archivi Mensili: ottobre 2015

L’abbraccio mortale di Berlusconi e la fine della spinta propulsiva della Lega Nord

E’ di pochi giorni fa un sondaggio di Datamedia, realizzato per il quotidiano “Il Tempo”, che vede la Lega Nord perdere terreno nei consensi elettorali; in particolare viene evidenziato un calo di 0,4 punti, con un 14% poco esaltante per

Pubblicato in nel Palazzo Taggato con: , , , , , ,

Berio: Senzani, un estremista di destra. E’ ora, chiudetela la Commissione Moro

Berio è rimasto sorpreso da tutto questo: “Davvero e’ successo questo? Non ne sapevo nulla”. Si tratta di aspetti importanti dell’audizione, emersi nonostante Berio abbia chiuso ogni possibilità di approfondimento, tanto da sembrare a tratti un uomo del tutto estraneo

Pubblicato in la battaglia della memoria, nel Palazzo Taggato con: , , , , , , , ,

Omicidio Esposito, il nuovo video smentisce la tesi dei Ris

Il video inedito presentato oggi in aula al processo per l’omicidio di Ciro Esposito, il tifoso napoletano ucciso da un ultrà romanista in occasione della finale di Coppa Italia la sera del 3 maggio 2014, rafforza la tesi della parte civile.

Pubblicato in fascisteria, nelle strade Taggato con: , , , , ,

28 ottobre: l’anniversario della marcia su Roma tra rito, folclore e repressione 2a edizione

In questi giorni infuria la polemica sugli aspetti caricaturali di certi pellegrinaggi a Predappio in occasione del 28 ottobre. Questo che ho pubblicato sul mio canale youtube è l’ultimo clip del mio video “I colori del nero”, girato e montato

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , , , , ,

Squitieri e il mistero svelato del sequestro Moro: la costruzione del racconto

Facebook è uno straordinario meccanismo di ecologia informativa. Come dopo una mareggiata ti restituisce a riva rottami che chissà quanto tempo sono stati a mollo. Stamattina mi sono ritrovato in bacheca una bella intervista di Malcom Pagani a Pasquale Squitieri

Pubblicato in la battaglia della memoria Taggato con: , , , , , ,

Raid xenofobo in Svezia: il suo canale youtube smentisce l’appartenenza nazista del killer

E’ prassi giornalistica ormai consolidata, in occasione di tragedie più o meno grandi, affrettarsi sui profili social di protagonisti e vittime per saccheggiare foto e brandelli di vita. Per una volta ho compiuto quest’esercizio anch’io e trova i risultati più che

Pubblicato in Senza categoria Taggato con: , , , , , ,

Stranieri in patria: un film francese per riflettere sull’odio etnico montante

Anton, 21 anni svedese. Nazista di default. Fosse stato un povero immigrato tutti i media si starebbero interrogando sulle motivazioni, sul disagio sociale, sulla difficoltà dell’integrazione. Ma è un giovane europeo, costretto a vivere nel suo paese come uno straniero, solo,

Pubblicato in conflitto sociale, i politici dell'odio Taggato con: , , , , , ,

Razzismo, da Colonia alla Svezia i lupi solitari animati dall’odio etnico

L’aggressore armato di spada che ieri ha ucciso due persone in una scuola svedese ha agito per “motivi razzisti”: lo ha detto il comandante della polizia Niklas Hallgren all’emittente Tv SVT. Le indagini, ha aggiunto, ruotano attorno al “movente di

Pubblicato in conflitto sociale, i politici dell'odio Taggato con: , , , , ,

Nethanyahu, le intenzioni di Hitler, il negazionismo e l’uso politico della storia

Le tesi principali dei negazionisti odierni sono che: non sia mai esistita la volontà da parte dei nazisti di sterminare gli ebrei, ma solo di rinchiuderli in campi di concentramento; non siano mai esistite camere a gas per uccidere gli

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , ,

Invece di straparlare su Erri de Luca assolto, occorre battersi per abolire tutti i reati di opinione

L’assoluzione di Erri de Luca ha innescato una valanga di sciocchezze in libertà. Come ha spiegato con eccellente sintesi l’avvocato Francesco Barra Caracciolo, la Corte non ha inteso attribuire nessun riconoscimento al valore delle opinioni espresse dallo scrittore napoletano. In

Pubblicato in conflitto sociale, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , ,

Sono nato a Napoli nel 1956 e cresciuto a Posillipo. Vivo e lavoro a Potenza. Sposato da 35 anni, ho una figlia trentenne, un genero, un nipote. Militante dell’antagonismo sociale negli anni Settanta, ho proseguito il mio impegno sul fronte della solidarietà per i prigionieri degli anni di piombo, partecipando in prima persona alle campagne per la soluzione politica. Le mie posizioni da un marxismo critico di matrice operaista si sono evolute nella direzione di un radicale libertarismo. Col passare degli anni, ho spostato la mia attenzione dalla cronaca alla narrazione, dalla ricostruzione dei fatti ai dispositivi di costruzione delle storie...

L'alter-Ugo è la superfetazione del blog Fascinazione, chiuso alla fine di febbraio 2013, quando ha superato il milione di visitatori e poi riaperto e affidato alla cura del discepolo più devoto. Perché 25 anni di ricerca e osservazione sulla fascisteria bastano e avanzano anche a un maniaco compulsivo come me. Questo sito si occuperà ancora di politica e movimenti sociali ma offrirà pure una robusta documentazione d'archivio delle mie precedenti attività giornalistiche e costituirà lo snodo per accedere a tutti i miei canali del web 2.0 (blog, anobii, youtube, flickr)