Archivi Mensili: novembre 2015

L’assalitore di Colorado Springs: l’ex moglie racconta la vita quieta di un borghese piccolo piccolo

“Non mi è mai passato per la mente che sarebbe stato capace di una cosa del genere”, ha detto al cronista del New York Times l’ex moglie di Robert Lewis Dear, il protagonista dell’assalto al consultorio di Colorado Springs concluso

Pubblicato in i politici dell'odio Taggato con: , , ,

Il massacro antiabortista in Colorado: il terrorismo religioso nel cuore dell’America bianca

Tre vittime, un poliziotto e due civili, 9 persone ferite, tra cui 5 agenti di polizia: è il tragico bilancio dell’attacco di un uomo, armato di fucile automatico, all’interno della clinica Planned Parenthood di Colorado Springs (a un centinaio di

Pubblicato in conflitto sociale, fascisteria, i politici dell'odio Taggato con: , , , , , , , ,

Br-Isis: un paragone impossibile e sbagliato

In questi ultimi giorni, dopo gli attentati di Parigi, abbiamo dovuto misurare il livello raggiunto dai media, dai commentatori, dai politici, nella gara di mistificazione dello stato di salute delle “relazioni internazionali”. Naturalmente i nostri illustri maître à penser non

Pubblicato in conflitto sociale, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , , ,

La Marsigliese e la curva veronese: le false ragioni del politicamente corretto

Paolo Condò, giornalista della Gazzetta dello Sport e opinionista a Sky Sport, parla nel dopo partita di Verona-Napoli, commentando i beceri cori degli ultras scaligeri: “Non ha nessun senso cantare la Marsigliese se poi inneggi al Vesuvio. A Insigne gli

Pubblicato in fascisteria, i politici dell'odio Taggato con: , , ,

La morte di Valeria Solesin tra le braccia del ragazzo: perché i genitori non lo sapevano?

Valeria Solesin è stata colpita da una delle prime raffiche sparate dai terroristi al Bataclan, mentre era assieme al fidanzato, Andrea Ravagnani, ed è morta per dissanguamento tra le braccia del ragazzo che la proteggeva. E’ la ricostruzione fornita dal

Pubblicato in conflitto sociale, i politici dell'odio Taggato con: , , , ,

Con Gilberto Oneto scompare il fondatore dell’identità padana

Con Gilberto Oneto scompare un protagonista di 40 anni di battaglie culturali per la costruzione di una destra identitaria, da traghettare oltre le secche del neofascismo e della contrapposizione frontale del secolo breve. Dalle tavole disegnate con lo pseudonimo di

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , , ,

La festa degli Hammerskin o il fantasma antisemita ai tempi dell’Isis

Due decenni di antisemitismo, intolleranza e odio razziale. Sabato 28 novembre una festa celebrerà a Milano – in un luogo ancora sconosciuto – il ventesimo anniversario di nascita della sezione italiana degli Hammerskin, una delle formazioni più violente e filonaziste

Pubblicato in fascisteria, nelle strade Taggato con: , , , , , ,

Don Raffaele Cutolo e lo scoop annunciato sul sequestro Moro: qualche domanda

Perché non ha mai collaborato con lo Stato? Perché non ha voluto contribuire a sciogliere quel grumo di misteri che ha accompagnato prima la sua irresistibile ascesa e poi il suo rapido declino? Perché si è negato la possibilità di

Pubblicato in Senza categoria Taggato con: , , , , , ,

Parigi brucia, oltre il terrore dell’Isis continua il gioco degli apprendisti stregoni

La Francia ha cominciato a dispiegare tutta la forza di cui è capace per rispondere all’attacco islamista che ha fatto centinaia di vittime nel centro di Parigi, venerdì notte: un bombardamento aereo sulla roccaforte dell’Isis che, al di là della

Pubblicato in conflitto sociale, i politici dell'odio Taggato con: , , , , , , , , ,

Parigi brucia: il Bataclan è un locale di ebrei da tempo nel mirino degli ultrà islamici

Con l’attacco alla Francia non poteva mancare, come danno collaterale, il rigurgito complottista. E tra le tante varianti non è mancato il classico: nessun ebreo ucciso al Bataclan. Senza neanche tenere conto del fatto che lo shabbat inizia al tramonto

Pubblicato in conflitto sociale, i politici dell'odio Taggato con: , , , , ,

Sono nato a Napoli nel 1956 e cresciuto a Posillipo. Vivo e lavoro a Potenza. Sposato da 35 anni, ho una figlia trentenne, un genero, un nipote. Militante dell’antagonismo sociale negli anni Settanta, ho proseguito il mio impegno sul fronte della solidarietà per i prigionieri degli anni di piombo, partecipando in prima persona alle campagne per la soluzione politica. Le mie posizioni da un marxismo critico di matrice operaista si sono evolute nella direzione di un radicale libertarismo. Col passare degli anni, ho spostato la mia attenzione dalla cronaca alla narrazione, dalla ricostruzione dei fatti ai dispositivi di costruzione delle storie...

L'alter-Ugo è la superfetazione del blog Fascinazione, chiuso alla fine di febbraio 2013, quando ha superato il milione di visitatori e poi riaperto e affidato alla cura del discepolo più devoto. Perché 25 anni di ricerca e osservazione sulla fascisteria bastano e avanzano anche a un maniaco compulsivo come me. Questo sito si occuperà ancora di politica e movimenti sociali ma offrirà pure una robusta documentazione d'archivio delle mie precedenti attività giornalistiche e costituirà lo snodo per accedere a tutti i miei canali del web 2.0 (blog, anobii, youtube, flickr)