Archivi Mensili: aprile 2016

Iraq nel caos tra stragi dell’Isis e proteste degli sciiti

Il diario del terrore ad aprile si caratterizza per un andamento decisamente lento. Il mese di aprile finisce a Baghdad tra una strage dell’Isis e una clamorosa protesta degli sciiti che invadono il Parlamento 30 aprile BAGHDAD-  Alcune decine di dimostranti sostenitori

Pubblicato in terrorismo internazionale Taggato con: , , , , , , , , ,

Giornalista terrorista, per non dimenticare …

Mi piaceva il centro sociale occupato quando era veramente occupato. Ora è “legalizzato”. E nella legalizzazione c’è il compromesso, il basso cabotaggio. Mi piaceva il centro occupato quando “né con voi né con loro”. Ora invece è la clava telecomandata

Pubblicato in conflitto sociale, i politici dell'odio Taggato con: , , , ,

Il centrodestra muore dove è nato nel 1993, nel cortile del Campidoglio

Alla fine è il Campidoglio l’alfa e l’omega del centro destra italiano. La decisione di Silvio Berlusconi di “mollare” il cavallo azzoppato di Bertolaso e puntare tutto sul “comunista ricco” Alfio Marchini jr., l’erede dei palazzinari rossi che hanno costruito

Pubblicato in Senza categoria Taggato con: , , , ,

Terrorismo islamico, i guerriglieri messaggiano con Whatsapp

(ANSA) – Sei arresti tra Lecco e Varese contro il terrorismo jihadista in un’operazione congiunta Ros-Digos. Tra questi una coppia, residente nella provincia di Lecco, che voleva partire per la jihad nei territori di guerra siro-iracheni, portando con sè i due

Pubblicato in terrorismo internazionale

Non c’è solo Vienna: l’ultradestra torna nel parlamento serbo

Si rafforza lo spettro di un’Austria blindata anti-migranti: il primo turno delle elezioni presidenziali ha sancito il trionfo dell’estrema destra, e allo stesso tempo la debacle dei grandi partiti tradizionali, i socialisti ed i popolari. Lo spoglio ha sostanzialmente confermato

Pubblicato in fascisteria, i politici dell'odio Taggato con: , , , , , , , ,

Austria, alle presidenziali si annuncia trionfo degli anti-migranti

Sono solo le prime proiezioni ma il voto presidenziale in Austria ha “scassato” tutto. I candidati dei due partiti che governano da sempre il Paese, socialisti e popolari, in alternanza o in condominio, si piazzano al quarto e quinto posto

Pubblicato in Senza categoria

Da Corcolle al delitto di Lunghezza, la parabola di un fascio boro

Del mancato pogrom di Corcolle, un anno e mezzo fa, me ne ero occupato in Fascinazione, nel quadro di una più ampia riflessione sull’emergenza immigrati e l’esplosione della tensione razziale a Roma Est. Ora quella storia rispunta da una curva dello

Pubblicato in conflitto sociale, fascisteria

Forza nuova accusata di epurazione razzista dei militanti

E’ stato profondamente imbarazzante, per me, leggere la segnalazione di uno dei miei “informatori” (non sono ‘guardie’, è il termine tecnico usato dalla mia generazione di giornalisti che è cresciuta senza social network e nemmanco internet, così ha imparato a

Pubblicato in fascisteria, i politici dell'odio

Il delitto Esposito: chiesto l’ergastolo, ma la vittima “si avventò” su De Santis?

La Procura di Roma ha chiesto l’ergastolo per Daniele De Santis, l’ultrà giallorosso accusato dell’omicidio di Ciro Esposito, ferito gravemente il 3 maggio 2014 poco prima della finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli e morto dopo un’agonia di

Pubblicato in fascisteria, nelle strade

Si dimette il ministro svedese: un verderossobruno in salsa turca

La storia è interessante anche se dai contorni e dai particolari confusi. Un ministro svedese nato in Turchia, esponente dei Verdi nella coalizione minoritaria a guida socialdemocratica è stato costretto alle dimissioni per aver paragonato Israele e i nazisti. La

Pubblicato in fascisteria, i politici dell'odio Taggato con: , , , ,

Sono nato a Napoli nel 1956 e cresciuto a Posillipo. Vivo e lavoro a Potenza. Sposato da 35 anni, ho una figlia trentenne, un genero, un nipote. Militante dell’antagonismo sociale negli anni Settanta, ho proseguito il mio impegno sul fronte della solidarietà per i prigionieri degli anni di piombo, partecipando in prima persona alle campagne per la soluzione politica. Le mie posizioni da un marxismo critico di matrice operaista si sono evolute nella direzione di un radicale libertarismo. Col passare degli anni, ho spostato la mia attenzione dalla cronaca alla narrazione, dalla ricostruzione dei fatti ai dispositivi di costruzione delle storie...

L'alter-Ugo è la superfetazione del blog Fascinazione, chiuso alla fine di febbraio 2013, quando ha superato il milione di visitatori e poi riaperto e affidato alla cura del discepolo più devoto. Perché 25 anni di ricerca e osservazione sulla fascisteria bastano e avanzano anche a un maniaco compulsivo come me. Questo sito si occuperà ancora di politica e movimenti sociali ma offrirà pure una robusta documentazione d'archivio delle mie precedenti attività giornalistiche e costituirà lo snodo per accedere a tutti i miei canali del web 2.0 (blog, anobii, youtube, flickr)