Archivi Mensili: maggio 2016

Offese sull’Heysel, ultras bianconeri vandalizzano ritrovo “granata”

Sarebbe stato uno screzio con un ultrà del Torino, cliente del locale, a innescare il raid notturno di una sessantina di ultrà della Juventus in una vineria del centro del capoluogo piemontese, noto ritrovo della tifoseria granata. Su questa ipotesi si

Pubblicato in Senza categoria Taggato con: , , ,

Strage di Charleston, sarà chiesta la pena di morte

La giustizia federale americana ha annunciato che chiederà la pena capitale per Dylann Roof, il giovane bianco accusato di aver massacrato a colpi di pistola nove fedeli neri il 17 giugno 2015 in una chiesa frequentata dalla comunità afroamericana a

Pubblicato in i politici dell'odio, nelle strade Taggato con: , , ,

I libri so’ piezze ‘e core: io, Giorgio Ballario e la biografia di Spaggiari

Grazie a Ugo Maria Tassinari, che mi ha fatto conoscere il personaggio di Albert Spaggiari e inconsapevolmente ha ispirato la nascita di questo libro.  Così Giorgio Ballario, in coda al suo ultimo libro, Vita spericolata di Albert Spaggiari, (Idrovolante Edizioni)

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria, nelle strade Taggato con: , , ,

Il voto operaio in Austria: un plebiscito per la destra

L’unica eredità che mi ha lasciato la breve esperienza giovanile di militanza nel partito comunista è la consapevolezza che l’analisi del voto è una cosa seria e dalla notevole potenza cognitiva, se fatta a dovere. I primi dati provenienti dall’Austria mi

Pubblicato in conflitto sociale, nel Palazzo

Austria, col voto degli emigrati scatta il sorpasso a sinistra

Il verde Alexander Van der Bellen ha vinto le elezioni in Austria dopo lo spoglio dei voti per posta sconfiggendo l’ultranazionalista Norbert Hofer. Lo riferiscono diversi media austriaci, mentre si attende la comunicazione ufficiale del ministero dell’Interno. Per completare lo spoglio

Pubblicato in i politici dell'odio, politicamente scorretto

Siria, l’Isis fa strage di alawiti: più di 120 morti

Un mese di terrore in grandissima parte concentrato in Iraq. Maggio comincia con una duplice strage Isis in Iraq, in un centro a maggioranza sciita e con  nuova fiammata nello scontro tra governo turco e insorgenza curda. Incidenti nella capitale

Pubblicato in terrorismo internazionale Taggato con: , , , , , ,

In morte di Pannella: ringraziamenti dal cattiverio

..mi è sempre piaciuto Pannella e pure il partito Radicale…un raro esempio di libertà intellettuale…e ne ho avuto la conferma quasi dieci anni fa…venni indagato e rinviato a giudizio per la legge scelba/mancino, immediatamente Fini chiese la mia espulsione (che

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , , ,

Perché ci mancherà Marco Panella

Marco Pannella ci ha lasciato. Il giorno, tante volte temuto ed evocato per la sua incredibile capacità di andare sempre ai resti, è arrivato. Come tutti gli autentici grandi ha fatto cose eccellenti e altre pessime. Ma anche volendo mettergli in conto

Pubblicato in la battaglia della memoria, nel Palazzo Taggato con: , , , , ,

E a Milano spunta un nuovo tipo: il fascio demenziale

«Abbassa la testa quando cammini e lascia spazio agli italiani». Prima l’insulto razzista, poi l’aggressione a un dipendente dell’Amsa, originario del Bangladesh. Quando l’uomo è riuscito a fuggire, il 26enne naziskin protagonista di questa assurda vicenda se la stava prendendo

Pubblicato in fascisteria, i politici dell'odio Taggato con: ,

Per Emanuele Macchi un garantismo senza bandierine

Sta facendo discutere l’ardita tesi di Matteo Luca Andriola che, in questo blog, ha lanciato una provocazione mica male, a partire da un’analisi del caso di Emanuele Macchi. A mio giudizio, infatti, è veramente difficile in questo caso mettere bollini

Pubblicato in Senza categoria

Sono nato a Napoli nel 1956 e cresciuto a Posillipo. Vivo e lavoro a Potenza. Sposato da 35 anni, ho una figlia trentenne, un genero, un nipote. Militante dell’antagonismo sociale negli anni Settanta, ho proseguito il mio impegno sul fronte della solidarietà per i prigionieri degli anni di piombo, partecipando in prima persona alle campagne per la soluzione politica. Le mie posizioni da un marxismo critico di matrice operaista si sono evolute nella direzione di un radicale libertarismo. Col passare degli anni, ho spostato la mia attenzione dalla cronaca alla narrazione, dalla ricostruzione dei fatti ai dispositivi di costruzione delle storie...

L'alter-Ugo è la superfetazione del blog Fascinazione, chiuso alla fine di febbraio 2013, quando ha superato il milione di visitatori e poi riaperto e affidato alla cura del discepolo più devoto. Perché 25 anni di ricerca e osservazione sulla fascisteria bastano e avanzano anche a un maniaco compulsivo come me. Questo sito si occuperà ancora di politica e movimenti sociali ma offrirà pure una robusta documentazione d'archivio delle mie precedenti attività giornalistiche e costituirà lo snodo per accedere a tutti i miei canali del web 2.0 (blog, anobii, youtube, flickr)