Poliziotta ferita alle Vallette a Capodanno: condannati 6 anarchici a Torino

La notte di Capodanno davanti al carcere torinese delle Vallette scoppiarono dei tafferugli durante una manifestazione di anarchici, e una agente della polizia scientifica rimase ferita dopo essere stata colpita da una bottiglia al volto. Per quell’ episodio oggi il tribunale ha inflitto sei condanne a pene comprese fra un anno e quattro mesi e tre anni e otto mesi di reclusione. 

La pena più alta, a 3 anni e 8 mesi, è stata inflitta al  leader di un centro sociale di Saronno. Marcello Rubidotti, 27 anni, aveva  frantumato lo zigomo a un’agente della polizia scientifica con una bottiglia di vetro  ed era stato individuato dalla Digos di Torino tramite le analisi e il confronto di immagini riprese in occasione di diverse manifestazioni. Gli scontri erano scoppiato allo scoccare della mezzanotte, quando una sessantina di anarchici, fuori dalla casa circondariale per la tradizionale mobilitazione di Capodanno contro le carceri, avevano lanciato razzi e fuochi d’artificio contro i poliziotti. Gli antagonisti usarono anche sassi e bottiglie di vetro. 
L’accusa è stata sostenuta dal pubblico ministero Antonio Rinaudo.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*