Archivi del Blog

12 novembre 1953: nasce Marcello Colafigli, il “Bufalo” della Magliana

Marcello Colafigli è l’unico capo della banda della Magliana ancora detenuto a 35 anni di distanza dall’arresto (carcerazione interrotta per un anno per una evasione dal manicomio giudiziario, nel 1989). Ha ispirato il personaggio di “Bufalo” in ‘Romanzo criminale’: violento

Pubblicato in la battaglia della memoria, nelle strade Taggato con: , , , ,

28 ottobre 1979: un razzo uccide in curva nord Vincenzo Paparelli

Vincenzo Paparelli, 33enne tifoso della Lazio, moriva il 28 ottobre 1979 allo stadio Olimpico, dopo essere stato colpito da un razzo, poco prima del derby Roma Lazio Nella catastrofe dell’umano degli anni ’90 certe curve di stadio come molte piazze sono diventati

Pubblicato in conflitto sociale, nelle strade Taggato con: , , ,

25 ottobre 1952: nasce Pancrazio Chiruzzi, il re dei rapinatori

Storia da romanzo criminale quella di Pancrazio Chiruzzi diventato famoso per le sue gesta da rapinatore quasi imprendibile. Partito giovane dalla Basilicata , originario di Bernalda, si trasferisce a Torino dove inizia una vità criminale a metà tra leggenda e

Pubblicato in conflitto sociale, nelle strade

4 ottobre 1944: nasce a Roma Danilo Abbruciati

Nato il 4 ottobre 1944 a Roma, nel quartiere Trionfale, Danilo Abbruciati cresce a Primavalle, dove s’è trasferita l’intera famiglia. Sulle orme del padre Otello detto «er Moro» per la sua carnagione scura, campione italiano dei pesi piuma e leggeri, si

Pubblicato in nelle strade Taggato con: , , , ,

Un giorno in America tra crimini di Stato e ordinaria follia

Jung parlava di coincidenze significative, la  sincronicità tra eventi apparentemente indipendenti ma connessi da legami profondi. Ieri mattina l’aviazione americana ‘per errore’ ha bombardato le truppe siriane impegnate in combattimento con l’Isis: l’ultimo bilancio parla di 83 morti e 100

Pubblicato in conflitto sociale, nelle strade Taggato con: , , , , , ,

Strage di Charleston, sarà chiesta la pena di morte

La giustizia federale americana ha annunciato che chiederà la pena capitale per Dylann Roof, il giovane bianco accusato di aver massacrato a colpi di pistola nove fedeli neri il 17 giugno 2015 in una chiesa frequentata dalla comunità afroamericana a

Pubblicato in i politici dell'odio, nelle strade Taggato con: , , ,

I libri so’ piezze ‘e core: io, Giorgio Ballario e la biografia di Spaggiari

Grazie a Ugo Maria Tassinari, che mi ha fatto conoscere il personaggio di Albert Spaggiari e inconsapevolmente ha ispirato la nascita di questo libro.  Così Giorgio Ballario, in coda al suo ultimo libro, Vita spericolata di Albert Spaggiari, (Idrovolante Edizioni)

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria, nelle strade Taggato con: , , ,

Macchi in ospedale, parla Marinella

di Franco Insardà «Oggi mi sento più sollevata. Sapere che Emanuele è in ospedale mi fa stare un po’ meglio». Al telefono Marinella Rita, moglie del terrorista di destra Emanuele Macchi di Cellere, ha la voce stanca, ma rilassata. Suo

Pubblicato in fascisteria, nelle strade Taggato con: , , ,

Il delitto Esposito: chiesto l’ergastolo, ma la vittima “si avventò” su De Santis?

La Procura di Roma ha chiesto l’ergastolo per Daniele De Santis, l’ultrà giallorosso accusato dell’omicidio di Ciro Esposito, ferito gravemente il 3 maggio 2014 poco prima della finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Napoli e morto dopo un’agonia di

Pubblicato in fascisteria, nelle strade

Omicidio Esposito, Daniele De Santis si difende: ho sparato ma l’arma non era mia

Per una volta tocca rivolgere a me stesso il paradosso tante volte invocato: “Caro mio, hai ragione ma hai torto”. Davanti alla confessione in dibattimento tocca arrendermi all’evidenza: Daniele De Santis ha sparato contro Ciro Esposito. E quindi ho avuto

Pubblicato in fascisteria, nelle strade Taggato con: , , , , , ,

Sono nato a Napoli nel 1956 e cresciuto a Posillipo. Vivo e lavoro a Potenza. Sposato da 35 anni, ho una figlia trentenne, un genero, un nipote. Militante dell’antagonismo sociale negli anni Settanta, ho proseguito il mio impegno sul fronte della solidarietà per i prigionieri degli anni di piombo, partecipando in prima persona alle campagne per la soluzione politica. Le mie posizioni da un marxismo critico di matrice operaista si sono evolute nella direzione di un radicale libertarismo. Col passare degli anni, ho spostato la mia attenzione dalla cronaca alla narrazione, dalla ricostruzione dei fatti ai dispositivi di costruzione delle storie...

L'alter-Ugo è la superfetazione del blog Fascinazione, chiuso alla fine di febbraio 2013, quando ha superato il milione di visitatori e poi riaperto e affidato alla cura del discepolo più devoto. Perché 25 anni di ricerca e osservazione sulla fascisteria bastano e avanzano anche a un maniaco compulsivo come me. Questo sito si occuperà ancora di politica e movimenti sociali ma offrirà pure una robusta documentazione d'archivio delle mie precedenti attività giornalistiche e costituirà lo snodo per accedere a tutti i miei canali del web 2.0 (blog, anobii, youtube, flickr)