Categoria: Nello scrigno del tempo

26 marzo 1975, arrestata Petra Krause “la terrorista che diventò una vittima”

Per la mia generazione militante la storia di Petra Krause ha lasciato un segno profondo. Qui la racconto da due a noi assai distanti punti di vista, entrambi di accademici svizzeri: un grande esperto di strategia e sicurezza e una

Taggato con: , , , , ,

24 marzo 1978. Le Br feriscono l’ultimo sindaco dc, Giovanni Picco

Il 24 marzo 1978 le Brigate rosse feriscono gravemente l’ultimo sindaco democristiano di Torino, Giovanni Picco, consigliere regionale e docente universitario di progettazione urbanistica. E’ il primo attentato della campagna di primavera, dopo il sequestro di Aldo Moro e l’annientamento

22 marzo 1968: la rivolta di Nanterre. Una breve storia del gruppo XXII marzo

E’ una data da non dimenticare il 22 marzo 68 , poiché segna il salto di qualità dei movimenti di contestazione  europei che quell’anno  avranno nel maggio francese il momento più esaltante. Quel giorno si diffuse la notizia che a Parigi erano

Taggato con: , , , , , ,

22 marzo 1977: i Nap uccidono un agente, la polizia un volontario armato

A Roma l’agente di Ps Claudio Graziosi è ucciso alle 23 del 22 marzo 1977 su un autobus 27, a via Portuense, dal nappista Antonio Lo Muscio mentre tenta di arrestare Maria Pia Vianale, senza rendersi conto che accanto vi

Taggato con: , , ,

I due Renzi e le intercettazioni: l’autorete del Fatto

Era tutto un teatrino? O Matteo Renzi ha veramente fatto un’imbruttita al padre sullo scandalo Consip e i rapporti con Romeo? Comunque la diffusione dell’intercettazione si è rivelato un boomerang per la banda del Fatto Quotidiano. Visto infatti l’effetto spot

Taggato con: , , ,

I migranti e i valori: una sentenza pericolosa

La sentenza di ieri della cassazione, che, confermando il divieto per un sikh osservante di portare il coltello sacro (in realtà una scimitarra) si è guadagnata le prime pagine dei giornali, contiene un precedente pericoloso. Si afferma infatti che gli

Taggato con: , , , ,

I 70 anni di Oreste Scalzone e un regalo ai lettori

Oggi compie 70 anni Oreste Scalzone, una persona che è stata centrale nella mia vita per un paio di decenni, un rapporto di collaborazione nato da un progetto editoriale realizzato (Biennio rosso, la sua autobiografia su Sessantotto e Sessantanove in

13 ottobre 1985: ammazzato ad Archi don Paolo De Stefano

Paolo de Stefano è stato il capo dell’omonima cosca e  uno dei protagonisti del cambiamento della ‘ndrangheta da fenomeno rurale a fenomeno imprenditoriale. Secondo di quattro fratelli, sopravvisse alla prima guerra di Ndrangheta che scoppiò a Reggio Calabria negli anni settanta, per

Taggato con: , , , ,

11 ottobre 1978: Prima Linea uccide a Napoli il professor Paolella

Alle 8.40 dell’11 ottobre 1978, Alfredo Paolella – medico legale e titolare della cattedra di Antropologia criminale presso l’Università di Napoli – si recò presso l’autorimessa del Vomero dove era custodita la sua macchina. Un gruppo composto da tre uomini e

Taggato con: , , ,

Alemanno non è mafioso. Il pM chiede l’archiviazione

Storie di “ordinaria” corruzione? Perché tanta attenzione allora? Perché parliamo di Roma, perché Carminati è un personaggio di peso, perché Alemanno è stato molto visibile. Ma Alemanno non è certo un mafioso, è caduto in una rete. Tra l’altro va

Taggato con:
Top