21 settembre 1979: Prima Linea uccide Carlo Ghiglieno

ghiglieno

Dal libro: Dormono sulla collina

carlo ghiglieno

Carlo Ghiglieno era responsabile del settore Pianificazione strategica della Fiat Auto di Torino, quando fu vittima di un agguato a opera di un commando di Prima Linea. Alle 8.30  del 21 settembre 1979  era da poco uscito di casa per andare al lavoro. Lo colpirono alla testa e alla schiena con numerosi colpi di pistola mentre si accingeva a salire a bordo della sua auto. L’attentato fu rivendicato da Prima linea con due telefonate al quotidiano «La Stampa» e all’Ansa, « Qui Prima Linea, gruppo di fuoco di Charlie e Carla, rivendichiamo l’eliminazione dell’ing. Ghiglieno Carlo, dirigente FIAT del processo logistico. Perché non vi sbagliate l’abbiamo eliminato con sette colpi calibro 38 Special Norma a punta cava. Questo è il primo atto della campagna di terrore proletario verso il comando d’impresa. Qui Prima linea in onore ai compagni Matteo e Barbara. ».

L’attentato apre la campagna contro il comando d’impresa, ideata da Roberto Rosso, che poi metterà capo all’attacco alla scuola Fiat con dieci gambizzazioni (5 docenti e 5 studenti). Del commando che esegue l’omicidio fanno parte, con il pentito Roberto Sandalo, due membri dell’Esecutivo nazionale, Bignami e Giai.

Pur ricoprendo una posizione di grande rilievo nella gerarchia aziendale, l’ingegner Ghiglieno aveva un profilo defilato e poco noto al pubblico e per questo rifiutò l’offerta dell’azienda di dotarlo di scorta.
A tradirlo fu proprio un articolo dell’house organ dei dirigenti Fiat che portò Prima Linea a individuarlo come bersaglio importante per il suo ruolo strategico. Proveniente dall’Olivetti la Fiat lo aveva assunto proprio per la sua approfondita conoscenza dei processi di automazione applicati alla produzione industriale. Torinese, 48 anni, si era laureato giovanissimo al Politecnico di Torino

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

2 comments on “21 settembre 1979: Prima Linea uccide Carlo Ghiglieno
  1. Juri Tarlazzi ha detto:

    si può ancora trovare ed avere copia del libro “Dormono sulla Collina”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*