14 aprile 1988: la strage dimenticata al circolo Uso di Napoli

circolo usoE’ una delle tante strage internazionali quella di 30 anni fa al circolo americano di Napoli: un attentato dinamitardo, che provocò la morte di ben cinque persone ed il ferimento di altre quindici, nel 1988 al circolo ”Uso”, alle spalle della piazza che collega il Municipio e la stazione marittima del porto di Napoli.

Il potente ordigno esplose alle otto di sera del 14 aprile, anniversario del bombardamento di Tripoli da parte dell’aeronautica americana del 1986: era stato piazzato a bordo di una Ford Fiesta parcheggiata in calata S. Marco, sede del circolo. L’auto usata per l’attentato era stata noleggiata alcuni giorni prima da una persona in possesso di un passaporto taiwanese, identificata attraverso alcune fotografie come un militante dell’Armata Rossa Giapponese. L’uomo era stato visto a Napoli in compagnia di altre due persone, una delle quali, una donna, militante della stessa Armata.

L’attentato venne rivendicato con due distinte telefonate, a Roma e a Beirut, a nome dell”’Organizzazione delle Brigate della Jihad”, considerata una delle sigle usate dall’organizzazione che solitamente firmava le proprie operazioni con la sigla ”Brigate Anti-Imperialiste Internazionali”. L’organizzazione aveva gia’ rivendicato diversi attentati e avrebbe firmato in seguito quello compiuto ai danni dell’ambasciata americana a Madrid il 4 luglio dello stesso anno.

Junzo Okudaira, 39enne giapponese, fu condannato all’ergastolo il 20 marzo del 1992 dal Tribunale di Napoli, con l’accusa di strage e banda armata: alcuni testimoni l’avevano visto parcheggiare l’auto, mentre altri sostenevano di averlo scorto in Piazza Garibaldi in compagnia di una donna, la cognata Fusako Shighenobu. La donna, fondatrice dell’Armata Rossa Giapponese, sarà condannata nel 1993 negli Stati Uniti. I due fecero perdere le tracce dopo la strage. Fusako fu trovata solo nel 2000 ad Osaka ed attualmente sta scontando una pena di 20 anni in carcere. L’uomo, che attualmente dovrebbe avere 68 anni, è ancora latitante e appare nelle liste dei ricercati più pericolosi al mondo.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*