Moro, una commissione low cost. E la resa non vale l’impresa

Inutile ma efficiente. E’ già disponibile on line la relazione di metà mandato per la Commissione Moro. Non avendole sottratto nessuna delle meritatissime critiche, almeno questo merito le va riconosciuto. Così come va corretta la rotta su un altro elemento di valutazione che si è rivelato fallace. Dietro tanto accanimento non c’è nessun particolare interesse materiale. L’intero budget della commissione è modestissimo: 70mila euro in totale (35mila per il 2015, l’altra metà divisa tra 2014 e 1016). Sono previsti solo rimborsi spesa per la quindicina di collaboratori designati, quasi tutti funzionari pubblici, con un tetto massimo di 5.500 euro per quelli a tempo pieno. Una commissione low cost, quindi). E la resa, comunque, non vale l’impresa.

Qui il testo integrale.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*