No al razzismo. 100mila al corteo nazionale. Muore di infarto un etiope 55enne


Per gli organizzatori sono centomila i partecipanti al corteo nazionale di Roma, partito da piazza della Repubblica e diretto a San Giovanni.   Sicuramente molti di più delle aspettative.  In testa un grosso striscione  “Uniti e solidali contro il Governo, il razzismo e il decreto Salvini”, firmato gli Indivisibili.
A mantenere lo striscione d’apertura diversi migranti. Esposti cartelli  “Accoglienza per tutti”. Uno striscione, ed era prevedibile, rilancia il messaggio di Maria Rosaria, la donna coraggio di Napoli. “Tu nun si razzista, si strunze”. 
Manifestazione comunque funestata da una tragedia: un dimostrante etiope  di 55 anni è morto di infarto. Colto da malore durante il corteo i soccorsi immediati di alcuni medici presenti e il trasporto in ospedale non sono serviti.

A scendere in piazza anche Domenico Lucano, sindaco di Riace sospeso.  Applausi e cori “Mimmo siamo tutti con te” al suo arrivo in piazza della Repubblica poco prima della partenza del corteo .
“C’è tanta emozione perché ci sono tante persone, non immaginavo fosse così – ha detto Lucano dietro uno striscione “Riace non si arresta” – io mi considero uno dei tanti qua”.
“Non possiamo rassegnarci alla deriva di una società  delle barbarie, disuguaglianze e discriminazioni . Non ci piegheranno – ha aggiunto – non farò un passo indietro anche se non son opiù sindaco è la voglia di esserci”.

Il massiccio dispositivo di sicurezza

A sfilare nel centro di Roma al grido “Uniti e solidali contro il Governo, il razzismo e il decreto Salvini” 450 tra organizzazioni sindacali di base, movimenti per il diritto alla casa, migranti del Baobab e centri sociali anche di altre città . Arrivati nella Capitale per la manifestazione circa 100 pullman provenienti da tutto il Paese. 
Un tavolo tecnico in Questura ha messo a punto le misure di sicurezza. Annunciata una particolare vigilanza a tutti gli accessi della capitale: caselli autostradali, stazioni ferroviarie e della metro, aeroporti e parcheggi di scambio. Massima attenzione anche agli obiettivi sensibili e di governo  presenti in città . Il corteo è appena partito da piazza della Repubblica e si concluderà  a piazza di Porta San Giovanni. 
I partecipanti sfileranno su viale Luigi Einaudi, piazza dei Cinquecento, via Cavour, piazza dell’Esquilino, via Liberiana, piazza di Santa Maria Maggiore, via Merulana, viale Manzoni e via Emanuele Filiberto.
Bonifiche e rimozioni di veicoli e cassonetti scatteranno lungo tutto il percorso del corteo. Previste anche chiusure a soffietto delle strade al passaggio del corteo. 

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*