#Destra, un divorzio di convenienza. Così Berlusconi resta al governo e occupa l’opposizione

See on Scoop.itL’Alter-Ugo

Fanpage
Destra, divorzio di convenienza
Altre Notizie
“Noi ci stacchiamo e facciamo dei gruppi autonomi, poi però andiamo insieme alle elezioni”.

 

Ugo Maria Tassinari‘s insight:

Per il vicedirettore di Repubblica, Giannini, il ritorno alle origini conferma la furbizia tattica di Berlusconi: marciare divisi per colpire uniti. L’ex premier l’ha spiegato chiaramente: “Con il Nuovo centrodestra “non dobbiamo scavare un solco che poi sarà difficile da rimuovere. Questo gruppo, anche se adesso apparirà  come un sostegno alla sinistra, al Pd,  dovrà  poi necessariamente far parte della coalizione dei moderati, dobbiamo comportarci con loro come con Lega e Fdi. E non fargli dichiarazioni contro”.

Ecco il video:

http://video.repubblica.it/rubriche/rnews/rnews-giannini-questa-destra-marcia-divisa-ma-colpira-unita/146872/145389

 

A uno strappo reale crede invece Corradino Mineo:

Tra bluff e contro bluff il gioco si è protratto troppo a lungo e sembra scappare di mano. Berlusconi perde un terzo dei suoi parlamentari, divide la destra e si avvia verso la decadenza. Alfano si consegna a Letta e ai Popolari europei, è costretto a chieder tempo per non farsi strozzare subito dall’antico mentore. Larghe intese, pacificazione nazionale, riforme costituzionali tornano frasi vuote, intenzioni destinate a infrangersi contro il muro del conflitto d’interesse.

“Il tradimento è servito – scrive il Giornale – Alfano passa a sinistra”. Sallusti e Santanchè non fanno prigionieri, invece, Libero e Belpietro salutano Angelino con una punta di rimpianto. “Forza Italia senza colombe”. Ferrara e il Foglio fotografano la solitudine del Capo. “Il Cav apre le gabbie del PDL: falchi e colombe volano ognuno per sé”. Il Fatto introduce la variabile Napolitano: Alfano va perché “lo vuole il Colle”. “Fuga da casa Berlusconi”. No, per l’Unità ha fatto tutto il Caimano. “Berlusconi insiste, Alfano saluta”. Interpretazione sostanzialmente condivisa dal Corriere: “Alfano non cede, scissione nel PDL”. “Vincono i falchi, non aderiamo a Forza Italia, pronti i gruppi”, aggiunge la Stampa. E Repubblica “Scissione nel PDL, Alfano se ne va”.

http://www.articolo21.org/2013/11/la-destra-rompe-le-righe-il-caffe-del-16-novembre/

 

 

See on www.altrenotizie.org

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*