Cronache antirazziste/18 ottobre-3. Viareggio, rimosso striscione contro Salvini

’Mettiamo Salvini al posto dei rom’. E’ lo striscione che il pittore Giorgio Di
Giorgio aveva esposto nei giorni scorsi sul suo terrazzo dell’abitazione nel centro di Viareggio e che oggi poliziotti hanno fatto rimuovere . Ancora al suo posto, invece, lo striscione sul quale è scritto ’Regeni è stato assassinato un’altra volta’. La consigliera della Lega Nord Maria Domenica Pacchini, ha preso atto con soddisfazione della rimozione, dopo che nei giorni scorsi era stata protocollata alla segreteria del consiglio di Viareggio, la richiesta della
rimozione dello striscione ai sensi del regolamento di polizia e decoro urbano, attualmente vigente. 
Intanto Matteo Salvini potrebbe essere chiamato a testimoniare al processo in corso al tribunale di Lucca per le contestazioni a Viareggio nei suoi confronti nel maggio del 2015 quando venne a sostenere il candidato sindaco Massimiliano Baldini. Sono 26 gli imputati accusati di adunata sediziosa, lancio di uova e diffusione di manifesti con ’offese’ al leader
della Lega.  

Rivolta al Cpr di Torino: 15 denunciati

Dovranno rispondere di danneggiamento una quindicina di persone, tutte di origine magrebina, ritenute responsabili dalle forze dell’ordine della tentata rivolta di ieri pomeriggio al Cpr di Torino. A quanto si apprende, sarebbero loro, ospiti del centro da oltre un mese, ad aver dato il via ai disordini all’interno dei moduli abitativi dove alcuni materassi e masserizie sono stati dati alle fiamme. Sulla vicenda, intanto, interviene il capogruppo della Lega in Sala  Rossa, Fabrizio Ricca che in una nota auspica “una rapida espulsione” delle persone coinvolte e sollecita di “indagare su chi fuori le mura del Cpr fomenta questo tipo di azioni”.

No border colorano il duomo di Pinerolo

duomo di pinerolo

Il portone del Duomo di Pinerolo è stato imbrattato, nella notte, con della vernice rossa da un gruppo di attivisti ’no border’. Sulla facciata della cattedrale di San Donato sono stati attaccati anche quattro volantini che fanno riferimento allo sgombero di Chez Jesus, mercoledì scorso a Claviere, in valle di Susa, dove gli attivisti assistevano i migranti al confine tra Italia e Francia. Pinerolo è all’imbocco della valle Chisone che porta al Sestriere e poi alla valle di Susa. Il parroco, don Luigi Moine, ha sporto denuncia ai carabinieri, che indagano sull’accaduto e stanno analizzando le telecamere della zona per individuare i responsabili.  Domenica scorsa, gruppi ’no border’ hanno interrotto la messa nella cattedrale di Susa e in una parrocchia di Torino per leggere un comunicato contro la chiesa e le istituzioni.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*