Guerriglia a Parigi. Fiamme sui Campi Elisei, gilet gialli in marcia verso l’Eliseo

ULTIM’ORA – I ‘gilet gialli’ hanno dato fuoco ad alcuni bidoni utilizzati come barricate sugli Champs Elysee a Parigi. Alla manifestazione, non autorizzata, hanno preso parte circa 5 mila persone. Durante la giornata ci sono state diverse cariche della polizia. Diversi manifestanti in gilet giallo sono riusciti ad arrivare nella rue du Faubourg Saint-Honoré dove, al numero 55, sorge il palazzo dell’Eliseo.  La strada e i suoi dintorni erano stati blindati dalla polizia, ma molti sono riusciti ad entrare togliendo il gilet giallo per rimetterlo poco dopo.  Intanto, dalla vicina Champs-Elysees, continuano a levarsi nuvole di fumo nero per gli incendi di cassonetti e veicoli di cantiere, dati alle fiamme dai casseur.

Per la polizia con i casseurs anche i fascisti

E’ guerriglia nel centro di Parigi, dove la polizia respinge centinaia di gilet gialli che hanno invaso la zona vietata degli Champs-Elysees con lacrimogeni e getti d’acqua. Importanti i danni alle vetrine, alle pensiline e alle strade dove alcuni ’casseur’ hanno divelto sampietrini con sbarre di ferro per lanciarli contro la polizia. Altri due cortei stanno tentando di raggiungere la zona vietata sugli Champs-Elysees, uno dalla rue de Rivoli, l’altro da boulevard Hassmann.
Insieme ai ’casseur’, già  all’opera da inizio mattinata negli scontri con la polizia, “almeno un centinaio di esponenti dell’estrema destra” è presente sulla parte più bassa degli Champs-Elysees, verso la Concorde, stando a informazioni raccolte sul posto dalla tv BFM.

Il centro di Parigi è in pieno caos, la polizia sta facendo uso anche di granate assordanti per tentare di disperdere i manifestanti. Ingenti i danni all’arredo urbano su quella che i parigini definiscono “la strada più bella del mondo”.

“Ci sono un centinaio di esponenti dell’estrema destra” tra i manifestanti che stanno mettendo a ferro e fuoco la zona degli Champs Elysees, a Parigi: Conferma le indiscrezioni giornalistiche  la polizia francese che sta cercando di arginare le proteste dei cosiddetti ’gilet gialli’ usando anche gas lacrimogeni e lanciarazzi. Al grido di ’Macron dimissioni’, i manifestanti stanno cercando di eliminare le barriere architettoniche per avvicinarsi alla zona off limits dell’Eliseo e di Matignon.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*