Fuga dalle urne e flop di Grillo: una lezione per la democrazia

Non sono mai stato un fanatico della democrazia elettorale né ho mai pensato che il tasso di partecipazione fosse espresso in prima istanza dalla percentuale di votanti. Eppure mi pare del tutto evidente la rilevanza politica del boom delle astensioni in tutt’Italia e soprattutto a Roma. Il sistema dei partiti, per una volta unito, si accinge a festeggiare il flop grillino. In assenza di dati certi il ragionamento si può mantenere sulle generali ma non ci sono ragionevoli dubbi sul legame diretto tra fuga dalle urne e crollo del Movimento 5 Stelle. E allora, se è vero che la democrazia è anche partecipazione elettorale, bisognerebbe avere l’onestà intellettuale di riconoscere che tra le tante cazzate sparate da Grillo, c’è una verità profonda: e cioè che il suo Movimento sta svolgendo una funzione fondamentale di diga del sistema, per la capacità di tenere il fiume limaccioso e in piena della rabbia e della disperazione popolare dentro gli argini dell’ordine repubblicano. E quindi, invece di brindare illudendosi che il pericolo sia cessato, spostare lo sguardo dal dito alla luna.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l’autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , ,
2 comments on “Fuga dalle urne e flop di Grillo: una lezione per la democrazia
  1. alpha male ha detto:

    I dati che non vi mostrano:

    2008 Roma: PD voti 521.880
    2013 Roma: PD voti 267.605 (-254.275 voti) = – 48%
    2008 Roma: PDL voti 559.559
    2013 Roma: PDL voti 195.749 (-363.810 voti) = – 65%
    2008 Roma: M5S voti 40.473
    2013 Roma: M5S voti 130.635 (+90.162 voti) = + 222%

    2011 Siena: PD voti 11.723
    2013 Siena: PD voti 6.483 (-5.240 voti) = – 44%
    2011 Siena: M5S voti 833
    2013 Siena: M5S voti 2.194 (+ 1.361 voti) = +163%

    2009 Ancona PD: voti 15.885
    2013 Ancona PD: voti 10.652 (-5.233 voti) = -33%
    2009 Ancona PDL: voti 17.432
    2013 Ancona PDL: voti 4.266 (-13.166 voti) = -75%
    2009 Ancona M5S: voti 2.625
    2013 Ancona M5S: voti 5.711 (+ 3.086 voti)= +117%

    2009 Avellino PD: voti 10.324
    2013 Avellino PD: voti 6.845 (- 3.479 voti) = -33%
    2009 Avellino PDL: voti 5.043
    2013 Avellino PDL: 2.513 (- 2.530 voti ) = -50%
    2009 Avellino M5S: voti 0
    2013 Avellino M5S: 1.054 (+ 1.054)

    • Ugo Maria Tassinari ha detto:

      E’ una replica consolatoria. Cinque anni fa la Juventus era reduce dalla B, il Napoli dalla serie C, mo’ sono da due anni ai vertici del calcio italiano. Sono successe tante cose in 5 anni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*