E’ morto Marione Dalmaviva: la galera uccide

mariE’ morto ieri sera Marione Dalmaviva, figura storica dell’operaismo torinese. Leader degli studenti lavoratori nel ’68 fu tra i pochi torinesi ad aderire a Potere Operaio e non a Lotta continua. Sebbene non avesse seguito la traiettoria dei Comitati comunisti nella diaspora di Potop è stato arrestato e condannato nel processo 7 aprile. Dal profondo della cella della lunga carcerazione preventiva, che superò la pena finale, trovò il modo di offrire una satira minimalista in forma di vignette, pubblicate da Linus e dal Manifesto (vedi qui). Lasciò traccia della sua trasbordante umanità tra i tanti che condivisero un pezzo di “mala” vita. Voglio ricordarlo qui con il saluto commosso di Gabriele De Francisci, suo compagno di Risiko (regolarmente sconfitto) in un anno di convivenza nel carcere di Pisa:

Se ne è andato anche Mario D’Almaviva, un pezzo importante della storia di un Italia che ha cercato con una indiscriminata repressione di bloccare il fermento degli anni settanta. Con le sue vignette dal carcere ha raccontato e messo in berlina la stupidità di quella repressione. La sua umanità e la sua cultura mi hanno aiutato a capire tante cose, un anno passato insieme non è passato invano, Mario è rimasto nel mio cuore.

Sul Manifesto di oggi, Alberto Magnaghi, che con “Marione” condivise la sorte giudiziaria di essere incastrato nel processo per “insurrezione” dopo aver fatto parte della minoranza che alla deriva insurrezionale si opponeva, ricorda il drammatico bilancio di morti premature che ha falcidiato gli imputati del processo 7 aprile:

È morto Mario Dalmaviva. Ha resistito più di altri: la statistica dei compagni del Processo «7 aprile 1979» che hanno subìto una ingiusta carcerazione preventiva (fino a 5 anni e 4 mesi, come Mario) e sono morti prematuramente per malattia è impressionante: Luciano Ferrari Bravo, Augusto Finzi, Guido Bianchini, Franco Tommei, Emilio Vesce, Sandro Serafini, Giorgio Raiteri, Paolo Pozzi, Gianmario Baietta, Antonio Liverani… insomma, la galera uccide.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , ,
5 comments on “E’ morto Marione Dalmaviva: la galera uccide
  1. benedetta ha detto:

    Non lo conoscevo, ma mi interessa e cerchero’ le vignette. Grazie per averne scritto.

  2. andrea ha detto:

    Che la terra ti sia lieve

  3. Alessandro Cavallini ha detto:

    Il processo “7 aprile 1979”, uno dei tanti (troppi!) esempi di malagiustizia italiana.

  4. aldo ha detto:

    Dalmaviva per favore, non D’Almaviva ……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*