Napolitano, il capo della banda: arriva la recensione del mio Parente

Spietato con Berlusconi, opportunista con Monti, feroce con Beppe Grillo, cinico con Letta: Giorgio Napolitano si gode lo storico e clamoroso successo del premier Renzi e del Partito Democratico alle ultime europee ed ora può anche lasciare il Quirinale, per cui magari, ha già deciso il nome del successore.

Così Giuseppe Parente, il più attivo collaboratore di Fascinazione, attacca la sua recensione di “Napolitano, il capo della banda“, pubblicata da controinformazione.info. Dimostra così di aver fatto tesoro di una mia ben consolidata pratica: la recensione è solo un pretesto per parlare di altro. Tra l’altro esprime  giudizi che non condivido quasi per niente, ma questo è, in tutta evidenza, un valore aggiunto …

Poiché però è un po’ che non se ne parla qui, ecco il link all’elenco (quasi) aggiornato delle recensioni e delle videointerviste uscite. Qui potrete vedere l’intervista con Pier Paolo Petino. Qui invece, alla fine della recensione di Davide Gonzaga, il resto delle altre recensioni. A cui va aggiunta quella di Anna Rivelli, che merita una menzione speciale. E non chiedetemi perché.

 

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*