14 maggio 1977: arrestato a Roma il nappista Raffaele Piccinino

piccininoIl pomeriggio del 14 maggio 1977, poco dopo le 14, è  arrestato, dopo aver sparato e ridotto in fin di vita un vigile urbano che gli aveva imposto l’alt, Raffaele Piccinino, militante dei Nap. Il fatto avviene all’incrocio tra via Portuense  e l’Olimpica. Qui Carlo Renzaglia, dalla sua auto con cui si sta recando in servizio, già in uniforme, vede un furgone Fiat sospetto passare con il rosso e fare una conversione a U. Gli blocca la strada mettendosi di traverso con la sua vettura e gli intima di fermarsi. Il giovane scende dal furgone, gli mostra i docunenti, poi si gira ed estrae una 7,65 prabellum con cui  spara cinque colpi ferendolo in maniera grave a braccia, gambe, arteria femorale e petto.
A bordo del veicolo c’è una donna, poi identificata dalla descrizione dei testimoni (“alta e snella”) in Maria Pia Vianale, che fugge insieme a Piccinino. I due si dividono ben presto e così mentre lui viene bloccato da poliziotti e vigili urbani accorsi sul posto lei riesce a dileguarsi.
Raffaele “Paolo” Piccinino, 20 anni da Pozzuoli, è un compagno ben noto a Napoli nel movimento di lotta per la casa. Dopo una militanza giovanile nei marxisti leninisti di “Servire il popolo” è approdato all’Autonomia. Passato in clandestinità da qualche mese, ha partecipato alla sparatoria contro il vicequestore Noce, in cui hanno perso la vita il nappista Martino Zicchitella e un poliziotto di scorta. Per questo attentato sarà condannato all’ergastolo. Nei mesi della clandestinità si è legato a Franca Salerno, la compagna evasa a gennaio dal carcere di Pozzuoli insieme alla Vianale: è suo il bambino, Antonio, che nascerà a dicembre mentre lei è di nuovo detenuta.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*