Archivi del Blog

14 maggio 1977: la violenza armata tra messa in scena e realtà

14 maggio 1977: vicino al carcere di San Vittore, ai margini di un corteo contro la repressione,  una banda di autonomi fa fuoco sulla polizia e uccide il vicebrigadiere Antonio Custra. L’immagine di Giuseppe Memeo fissato mentre spara a braccia

Pubblicato in conflitto sociale, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , , , , , , , ,

6 dicembre 1994: muore Gianmaria Volonté. Il ricordo di Scalzone

Posso rompere il silenzio che ora non serve più su di un gesto di libertà. Ora che una volta di più la barca di Mayakowskij, dell’ amore, si è infranta sugli scogli della vita. Avevo conosciuto Volonté nel 1964 a

Pubblicato in conflitto sociale, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , , , ,

1 dicembre 2010: muore il professore Paolo Signorelli

Il 1 dicembre 2010 muore Paolo Signorelli, il “professore” della destra radicale romana, lunghi anni di dtenzione negli anni di piombo, condanne all’ergastolo a raffica per tre omicidi (Leandri, Occorsio, Amato) alla fine tutte annullate dopo lunghe battaglie giudiziarie e

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , ,

E’ morto Marione Dalmaviva: la galera uccide

E’ morto ieri sera Marione Dalmaviva, figura storica dell’operaismo torinese. Leader degli studenti lavoratori nel ’68 fu tra i pochi torinesi ad aderire a Potere Operaio e non a Lotta continua. Sebbene non avesse seguito la traiettoria dei Comitati comunisti

Pubblicato in conflitto sociale, la battaglia della memoria Taggato con: , , , ,

Belsito, il lupo solitario: quando da solo uccise Perucci

Pasquale Belsito, l’ergastolano dei Nar che ha tentato nei giorni scorsi di evadere dal carcere di  Secondigliano non gode di buona stampa né di grande fama. Eppure è un personaggio notevole sotto diversi aspetti. E non solo perché è stato

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , ,

Sangue sparso, Emma Moriconi racconta la trasferta a Potenza e replica al mio intervento

  In un lungo servizio per il suo “Giornale d’Italia” Emma Moriconi racconta la sua trasferta potentina, promuovendomi a interlocutore privilegiato della serata (e del terzo tempo) e di questo non posso che ringraziarla, anche per il garbo con cui

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria, nelle strade Taggato con: , , ,

Sangue sparso, meriti e limiti del primo film che racconta da destra gli anni di piombo a Roma

Ieri ho assistito (e pubblicamente discusso) Sangue sparso il film di Emma Moriconi sugli anni di piombo a Roma, proiettato a Potenza grazie all’impegno personale di qualche giovane (quarantenni)  esponente della destra potentina . Non avendo nessuna competenza cinematografica mi asterrò

Pubblicato in conflitto sociale, fascisteria, la battaglia della memoria, nelle strade Taggato con: , , , , , , , ,

Roberto Sandalo, il comma Funari e il giorno che l’ho conosciuto

“Se sei uno stronzo mica ti posso chiamare sciocchino” (Gianfranco Funari) Non mi lascerò fuorviare dal dibattito di questi giorni e dalla condanna dei discorsi dell’odio tracimati nei social network in occasione della malattia di Bersani). La morte non cancella

Pubblicato in anni di piombo, i politici dell'odio, Trenta giorni Taggato con: , , , , ,

Il Sardinia film premia il documentario sulla strage di Peteano

See on Scoop.it – L’Alter-Ugo FESTIVAL: A SARDINIA FILM PREMIATO DOCUMENTARIO … AGI – Agenzia Giornalistica Italia Un fatto unico per la storia d’Italia: di tutti gli attentati avvenuti degli Anni di piombo, quello di Peteano e’ l’unico di cui

Pubblicato in Trenta giorni Taggato con: , , , ,

Rileggere i Promessi Sposi per capire la strage di Piazza Fontana

di Andrea Carancini Membri del futuro Circolo 22 marzo   Devo assolutamente raccontare una storia che mi è capitata mesi fa. Eravamo all’inizio dell’anno: un amico – che è un noto giornalista d’inchiesta – mi invia per email le foto,

Pubblicato in anni di piombo, la battaglia della memoria, Trenta giorni Taggato con: , , , , ,

Sono nato a Napoli nel 1956 e cresciuto a Posillipo. Vivo e lavoro a Potenza. Sposato da 35 anni, ho una figlia trentenne, un genero, un nipote. Militante dell’antagonismo sociale negli anni Settanta, ho proseguito il mio impegno sul fronte della solidarietà per i prigionieri degli anni di piombo, partecipando in prima persona alle campagne per la soluzione politica. Le mie posizioni da un marxismo critico di matrice operaista si sono evolute nella direzione di un radicale libertarismo. Col passare degli anni, ho spostato la mia attenzione dalla cronaca alla narrazione, dalla ricostruzione dei fatti ai dispositivi di costruzione delle storie...

L'alter-Ugo è la superfetazione del blog Fascinazione, chiuso alla fine di febbraio 2013, quando ha superato il milione di visitatori e poi riaperto e affidato alla cura del discepolo più devoto. Perché 25 anni di ricerca e osservazione sulla fascisteria bastano e avanzano anche a un maniaco compulsivo come me. Questo sito si occuperà ancora di politica e movimenti sociali ma offrirà pure una robusta documentazione d'archivio delle mie precedenti attività giornalistiche e costituirà lo snodo per accedere a tutti i miei canali del web 2.0 (blog, anobii, youtube, flickr)