Tag: evasione

14 dicembre 1976: agguato dei Nap, muoiono Martino Zicchitella e un agente

Il 14 dicembre 1976, agguato al vicequestore dell’Antiterrorismo di Roma  Alfonso Noce. I Nap uccidono un agente della scorta, Prisco Palumbo. Sul terreno, colpito alle spalle, presumibilmente da “fuoco amico”, resta anche il nappista Martino Zicchitella. 

Taggato con: , , , ,

6 dicembre 1994: muore Gianmaria Volonté. Il ricordo di Oreste Scalzone

Posso rompere il silenzio che ora non serve più su di un gesto di libertà. Ora che una volta di più la barca di Mayakowskij, dell’ amore, si è infranta sugli scogli della vita. Avevo conosciuto Volonté nel 1964 a

Taggato con: , , , , , , ,

2 novembre 1979: evade dal carcere la Pantera nera Assata Shakur

Assata Shakur, al secolo Joanne Chesimard, (conosciuta anche come madrina del rapper Tupac) è la prima donna a entrare nella lista dei 25 “terroristi” “most wanted” d’America. Rivoluzionaria afroamericana legò la sua sorte alla militanza politica negli anni ’70 col

Taggato con: , , , ,

9 maggio 1976: Ulrike Meinhof muore in carcere. Un suicidio molto sospetto

Il 9 maggio 1976 è trovata impiccata nella cella del carcere di Stammheim Ulrike Meinhof, fondatrice della Rote Armee Fraktion. Una commissione indipendente concluderà che era già cadavere quando è stata appesa alle sbarre della finestra. E’ la conclusione di anni

Taggato con: , , , , , , , ,

6 maggio 1975: i Nap rapiscono a Roma il giudice Di Gennaro

La più nota azione dei NAP è il rapimento del magistrato Giuseppe Di Gennaro, magistrato di Cassazione, direttore del Centro elettronico dell’amministrazione penitenziaria. L’azione è effettuata a Roma, il 6 maggio 1975, circa un anno dopo l’altrettanto clamoroso rapimento del giudice

Taggato con: , , , , , , ,

28 aprile 1980: Renato Vallanzasca racconta la grande fuga da San Vittore

La grande fuga tentata e fallita da San Vittore è raccontata da Renato Vallanzasca e Carlo Bonini nell’autobiografia del bandito: “Il fiore del male Il piano (dell’evasione n.d.c) non era particolarmente complesso. L’idea era quella di fare arrivare delle armi in

Taggato con: , , , , , ,

5 dicembre 1981/1 – Mambro: Così è morto Alessandro Alibrandi

Quella mattina – ricorda Francesca Mambro –  avevamo un appuntamento all’alba. Ci vediamo tutti insieme, perché avevamo deciso di sparare all’agente Angelino. Io arrivo all’appuntamento con Giorgio e troviamo gli altri già sul posto. Ma dell’agente non c’è traccia, così

Taggato con: , , , ,
Top