Archivi del Blog

Di Vittorio e Calidori replicano al Garantista: Mambro e Fioravanti dicono cose ingiuste

Il Garantista, martedì 2 dicembre 2014 LETTERA Fioravanti e Mambro, dite cose ingiuste di Anna Di Vittorio e Gian Carlo Calidori segue a pagina 22 Caro direttore, vorremmo esprimere alcune considerazioni sull’articolo, pubblicato giorni fa con questo titolo: «Mambro e

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria Taggato con: , , , ,

Strage di Bologna: del dovere, del sacrificio e dello spirito di vendetta

Affinché il sacrificio sia perfetto occorre consenso e gioia da parte della vittima. BAUDELAIRE, Il mio cuore messo a nudo Ugo carissimo, il 30 luglio scorso, la Procura di Bologna – in merito alle nuove indagini sulla “strage alla stazione

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria Taggato con: , ,

Strage di Bologna. Anna Di Vittorio, una vittima che rifiuta il ruolo in nome del Diritto

Qualche giorno fa Anna Di Vittorio, la sorella di Mauro, l’85 vittima che qualcuno voleva trasformare nel responsabile della strage di Bologna, ha diffuso una seconda dichiarazione, dopo quella rilasciata all’inizio di agosto, a commento della richiesta della Procura di

Pubblicato in fascisteria, i politici dell'odio, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , , ,

Strage di Bologna Anna Di Vittorio racconta la sua solitudine nella difesa della memoria di Mauro

E’ un 2 agosto un po’ meno triste per Anna Di Vittorio e per suo marito Giancarlo. La decisione della Procura di Bologna di chiudere le indagini sulla pista palestinese per la strage alla stazione di Bologna dichiarandola inconsistente toglie

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria Taggato con: , , , ,

2 agosto oltre le celebrazioni: le ragioni delle vittime, il grido degli innocenti, la battaglia politica

Ci sono diversi 2 agosto, sussumendo nella data, con una facile operazione retorica, l’evento più celebre avvenuto questo giorno. Quello dei familiari delle vittime della strage della stazione. Che attendeno di sapere chi ha deciso quella carneficina, non accontentandosi, certo,

Pubblicato in fascisteria, la battaglia della memoria Taggato con: , , , , , , , , ,

Sono nato a Napoli nel 1956 e cresciuto a Posillipo. Vivo e lavoro a Potenza. Sposato da 35 anni, ho una figlia trentenne, un genero, un nipote. Militante dell’antagonismo sociale negli anni Settanta, ho proseguito il mio impegno sul fronte della solidarietà per i prigionieri degli anni di piombo, partecipando in prima persona alle campagne per la soluzione politica. Le mie posizioni da un marxismo critico di matrice operaista si sono evolute nella direzione di un radicale libertarismo. Col passare degli anni, ho spostato la mia attenzione dalla cronaca alla narrazione, dalla ricostruzione dei fatti ai dispositivi di costruzione delle storie...

L'alter-Ugo è la superfetazione del blog Fascinazione, chiuso alla fine di febbraio 2013, quando ha superato il milione di visitatori e poi riaperto e affidato alla cura del discepolo più devoto. Perché 25 anni di ricerca e osservazione sulla fascisteria bastano e avanzano anche a un maniaco compulsivo come me. Questo sito si occuperà ancora di politica e movimenti sociali ma offrirà pure una robusta documentazione d'archivio delle mie precedenti attività giornalistiche e costituirà lo snodo per accedere a tutti i miei canali del web 2.0 (blog, anobii, youtube, flickr)