Mese: Ottobre 2019

31 ottobre 2009: muore impiccata in cella la br Diana Blefari Melazzi

Nel Novanta, quando scoppia il movimento della Pantera, contro la riforma che avvia la privatizzazione dell’università, Diana è nei cortei, nelle assemblee, nelle occupazioni. Ama le moto, gira per Roma con una Honda 350 rossa. Il 20 maggio 1999 viene

Taggato con: , , , , , ,

Strage di Bologna: la Corte chiude la falla sull’86esima vittima

“Qui non si versa in un giudizio di revisione e i giudici del dibattimento fondano ilproprio giudizio su elementi di prova concreti”. Al momento, “eventuali ipotesi, puramente astratte, relative all’esistenza di vittime non identificate vanno correttamente rappresentate a una autorità

Taggato con: , , ,

31 ottobre 1989: muore Beppe Niccolai, il missino eretico che difese Sofri

Trent’anni fa moriva Beppe Niccolai, un missino eretico. Giovane fascista, prigioniero di guerra non cooperante, parlamentare per due legislature, negli anni Ottanta fu tra i primi a lavorare a un percorso di fuoriuscita dalle secche del neofascismo che individuava nel Psi

Taggato con: , , , , , ,

30 ottobre 1977: muore Rocco Sardone. Preparava attentato pro Raf

 Rocco Sardone arriva a Reggio Emilia nel 1971 da Tricarico , un paese della collina materana, all’età di sedici anni, e trova lavoro da operaio: si inserisce subito nel movimenti  di scioperi che lotta per ottenere migliori condizioni salariali. L’impegno

Taggato con: , , , ,

28 ottobre: il fascismo come religione della morte (e qualche amenità)

In questi giorni ritorna puntuale la polemica sugli aspetti caricaturali di certi pellegrinaggi a Predappio in occasione del 28 ottobre. Questo che pubblico qui è l’ultimo clip del mio video “I colori del nero”, girato e montato nell’estate 2004. All’epoca

Taggato con: , , , , , ,

27 ottobre 1962: Giovanni Ardizzone l’era il suo nom

Giovanni Ardizzone era il suo nome,ucciso a 21 anni per difendere Cuba…..Milano 27 ottobre 1962. – Giovanni Ardizzone nacque nel 1941 a Castano Primo, a nord di Milano; era figlio unico di una famiglia titolare di una farmacia. Quando fu ucciso

Taggato con: , , , ,

Mafia capitale story/7: quei camerati amici dagli anni ’70

Sono parecchi i vecchi camerati legati a Massimo Carminati e perciò travolti dal blitz giudiziario. A ben vedere sono equamente divisi tra uomini di mano (gli ex rapinatori Riccardo Brugia e Fabio Gaudenzi) e uomini di affari (l’avanguardista Riccardo Mancini

Taggato con: , , , , , , , ,

Mafia capitale story/6. All’uscita 26 c’è la Bufalotta

Mafia capitale è stata, a ben vedere, una colossale bufala. Naturale quindi che sia stata terreno di coltura e di germinazione di tante bufalotte. Qualcuna ha richiamato la nostra attenzione. Questa l’ho ripresa dalla bacheca facebook di Bruno Ballardini, un

Taggato con: , , , , , , ,

Mafia capitale story/5: Luca Gramazio, l’unico politico accusato del 416 bis

E’ quella di Luca Gramazio, a mio avviso, una delle vicende più incredibili del maxiprocesso di Mafia Capitale. E’ del tutto evidente che i legami del giovane figlio d’arte con lo spezzone “nero” della combriccola sono di natura tribale. Il

Taggato con: , , , , , , ,

Mafia capitale story/4: e il pd liquida il sindaco Marino

Una delle “sconseguenze” di Mafia Capitale è la conclusione anticipata dell’esperienza in Campidoglio di un dem anomalo, il sindaco Marino. Prendendo a pretesto lo scandalo le truppe cammellate di Renzi vanno dal notaio per dimettersi e imporre lo scioglimento del

Taggato con: , , ,
Top