Con Alberto Bottardi se ne va un altro pezzo di memoria sulla strage di Brescia

Giovedì 16 aprile è morto a Brescia Alberto Bottardi, 70 anni. Fratello di Livia Bottardi, militante CGIL scuola e docente di lettere, vittima nella strage fascista di Piazza della Loggia.

“Alberto docente di topografia, amatissimo dai suoi studenti dell’ istituto tecnico Tartaglia dedicò la sua vita accanto agli altri familiari delle vittime per cercare di far emergere la verità storica e giudiziaria inerente gli autori e i mandanti della strage. Una passione civile che si sposava con un forte interesse verso la cultura. Sempre in modo critico, anche rispetto alle molteplici versioni interpretative che hanno segnato la storia della Strage. Alberto per noi più giovani rappresentava la parte migliore di coloro che hanno messo insieme la voglia di trasformare la società in senso egualitario e democratico con l’ amore per la conoscenza”.

La notizia me la dà, addolorato Marco Traversari, un docente di antropologia culturale che è stato suo amico e collega. Livia era la moglie di Manlio Milani. Da quel giorno protagonista della battaglia per la verità e la giustizia per le vittime di piazza della Loggia. Era stato Alberto, sette anni fa, quando lo Stato aveva negato alle parti civili il patrocinio gratuito a fare ricorso. Perdendolo.

Se ne è andato in meno di un mese, stroncato dal coronavirus. E il pensiero va a un altro attivista, Eugenio Papetti, un altro protagonista dell’impegno per la verità e la giustizia sulla strage di Brescia. Morto anche lui in poche settimane, ucciso da un cancro feroce. Un maestro, come lo ricordava commosso Adriano Sofri, dalle pagine del Foglio.
Andatevi a vedere i lavori che faceva a scuola Alberto. E’ disponibile in rete, a questo link, “Le vie della libertà. Eventi e luoghi della Resistenza a Brescia”. Un progetto didattico di topografia storica che ricostruisce numerosi itinerari, nel centro e nella periferia della città, nei luoghi e negli spazi del potere fascista e della lotta antifascista.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.