Dopo 5 anni tutti prosciolti gli anarco-ambientalisti bolognesi

anarco-ambientalisti
L’attentato all’Emi del 2011

Sono 22 le sentenze di non luogo a procedere emesse questa mattina dal Gup del Tribunale di Bologna, Alberto Ziroldi, nei confronti di altrettante persone accusate di aver costituito un’associazione a delinquere, di natura e orientamento anarco-ambientalisti, e di aver commesso attentati contro l’Ibm, la facolta’ di Agraria e il locale Roadhouse, tra il 2010 e il 2011. L’inchiesta del pm Enrico Cieri e della collega Antonella Scandellari, durata circa 5 anni, nel 2012 aveva portato anche ad una serie di perquisizioni e secondo quanto fu ricostruito all’epoca vennero trovati petardi, acceleranti per incendi, maschere antigas, documenti su Eni, Ibm e McDonald’s.  

Tutto prese il via dall’attentato incendiario al Roadhouse Grill di Bologna del 12 dicembre 2010, rivendicato su un sito d’area. Poi il 26 marzo 2011 furono colpiti con un ordigno rudimentale gli uffici della Ibm Italia. Il 21 luglio 2011 ci fu l’incendio in una sede distaccata del dipartimento di Scienze degli alimenti di Agraria; il 2 marzo 2011 ordigni rudimentali erano stati piazzati vicino a uffici Eni. 
Nel luglio dello scorso anno erano arrivate le richieste di rinvio a giudizio per gli anarco-ambientalisti: oltre all’accusa di associazione a delinquere, i pm avevano ipotizzato a vario titolo i reati di danneggiamento seguito ad incendio e di fabbricazione e accensione di materiale esplodente. “Sono molto soddisfatto dell’esito dell’udienza preliminare, tutt’altro che scontato, che si pone in linea con la nostra lettura della indagine, da cui è emerso un un quadro probatorio molto debole, inidoneo a sostenere l’accusa in giudizio. Il Giudice è stato molto attento e ha certamente dimostrato di fare un uso corretto dei poteri che il codice gli attribuisce in questa fase”, ha  commentato l’avvocato Ettore Grenci, che difende alcuni degli indagati.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.