Categoria: agenda rossa

Lo scherzo del 7 aprile: c’è chi vince (Calogero) e chi perde (i detenuti)

Questo sarà un post corposo, ma la materia (il processo 7 aprile) e l’autore (Davide Steccanella: e il testo e l’assemblaggio di due interventi sulla sua pagina facebook) meritano spazio. Di mio ci metto una chicca: l’articolo di Franco Piperno

Taggato con: , , , , , ,

7 aprile 1978: le Br gambizzano il leader degli industriali genovesi

Nella primavera 1978, in pieno sequestro Moro, la colonna genovese mette a segno due gambizzazioni. Entrambe le vittime sono manager industriali con saldi ancoraggi democristiani. Il primo, Felice Schiavetti, è il presidente genovese di Assindustria. Per le Brigate rosse “sostiene

Taggato con: , , , , ,

5-6aprile 1978: a Licola finisce il sogno di Primi Fuochi di Guerriglia

Tra la sera del 5 e la mattina del 6 aprile 1978 a Licola, nel litorale flegreo, sono arrestati 4 militanti di Primi Fuochi di guerriglia. Fiora Pirri Ardizzone, Lanfranco Caminiti, Ugo Melchionda, Davide Sacco. Primi fuochi di guerriglia è

Taggato con: , , , , , , ,

Mario Moretti: arrestati per un nostro errore grossolano

Il 4 aprile del 1981 vieni arrestato a Milano. Hai tirato un respiro di sollievo? Sicuramente ho pensato: “Adesso riposerò per molto tempo”. Il che è successo, forse troppo. No, non ho tirato un sospiro di sollievo. Quella era la

15 maggio 1959: la banda Cavallero rapina le paghe Fiat

Alle nove di sera irruzione di quattro banditi alle Ferriere Fiat di via Ceva A raffiche di mitra assaltano l’ufficio paghe e rapinano le buste degli operai con 8 milioni Giunti su una “1100,, grigia – Uno resta al volante

Taggato con: , , ,

22 marzo 2021: è morto Sante Notarnicola, bandito rivoluzionario

E’ morto Sante Notarnicola. Sembrava aver vinto la battaglia con il Covid ma alla fine non ce l’ha fatta. Per la mia generazione Sante è stato mito e realtà, il dannato della terra che si fa soggetto politico rivoluzionario, il

Taggato con: , , , , , , , ,

21 marzo 1949: nasce Roberto Rosso, la “testa” di Prima Linea

“Indomito ideologo”, “cervello pensante”, “mente”. Grazie al giudizio convergente di numerosi pentiti, “Robertino” Rosso, che oggi compie 72 anni, si è visto inchiodato a un ruolo in Prima Linea che nella realtà effettuale delle cose non ha mai ricoperto, essendo

Taggato con: , , , , , , , , ,

Moretti: Moro e io, due uomini nella prigione del popolo

La quarta puntata del “memoriale” Moretti (in realtà è la vecchia intervista autobiografica con Rossana Rossanda e Carla Mosca) sul sequestro Moro è incentrato sul rapporto umano che si crea tra il rapitore e l’ostaggio nelle lunghe ore quotidiane trascorse

Taggato con: , , , , , ,

19 marzo 1980: Prima Linea uccide il giudice Guido Galli

Dall’autobiografia di Armando Spataro che, al di là dei diversi ruoli, lui pm, Galli giudice istruttore, ne fu il più stretto collaboratore nelle inchieste antiterrorismo [Guido Galli] fu ucciso il 19 marzo 1980, davanti all’aula dell’Università Statale di Milano dove

Taggato con: , , ,

18 marzo 1980: le Br uccidono il giudice Minervini

Girolamo Minervini fu ucciso a Roma, il 18 marzo 1980, mentre viaggiava sull’autobus che lo stava portando al Ministero della giustizia. Dal giorno prima, ricopriva l’incarico di direttore generale degli Istituti di prevenzione e pena. L’assassino fuggì facendosi largo tra

Taggato con: , , , , ,
Top