Categoria: giustizia e politica

10 luglio 1976. Concutelli uccide il pm Vittorio Occorsio

Il 10 luglio 1976, 44 anni fa, il comandante militare di Ordine nuovo, Pierluigi Concutelli uccideva il pm Occorsio. Lo accusava di essere il responsabile della “persecuzione democratica” contro la sua organizzazione. Qui di seguito le pagine che ho dedicato

Taggato con: , , , ,

1° luglio 1977. Antonio Lo Muscio: quando lo Stato applica la pena di morte

Nella nostra agenda rossa non ci siamo sottratti alla polemica nei confronti del quotidiano Lotta continua. Qualche volta non erano invece per niente male. Anzi erano proprio bravi in alcune occasioni. Perché furono gli unici ad avere il coraggio di

Venti anni fa moriva Bettino Craxi. Un gigante sulle spalle di nani e ballerine

Vent’anni fa moriva, esule in Tunisia, Bettino Craxi. Per ricordarlo bastano poche righe, necessarie in tempi di rigurgito securitario di tanta compagneria che invoca i Gratteri e i marescialli dei carabinieri. Tentò di salvare Moro dalla tenaglia fermezza di Stato-rigidità

Taggato con:

Aspettando la sentenza, rileggiamo la storia del processo Cucchi

Quello di Stefano Cucchi è uno dei casi più complicati di cronaca giudiziaria: sulla vicenda ci sono stati 8 processi, con quello sui presunti depistaggi che è appena iniziato mentre oggi sono attese la sentenza del processo bis sulla morte

Mafia capitale story/1: cinque anni di battaglia culturale

Salvatore Buzzi non è un ”bandito di strada”. Non ha alle spalle un ”percorso di criminalità organizzata”. Un personaggio con una ”caratura”. E’ stato capace di ”costruire un network serio della cooperazione sociale” ma che alla fine ha fatto il

Taggato con: , , , , ,

Far morire Provenzano al 41 bis fu disumano. Lo dice l’Europa.

L’Italia ha violato il diritto di Bernardo Provenzano a non essere sottoposto a trattamenti inumani e degradanti. La Corte europea dei diritti umani ha condannato il Paese perché il ministero della Giustizia ha applicato il carcere duro al boss da

Taggato con: , , ,

Mimmo Lucano torna libero ma fuori da Riace: non può fare il sindaco

Il tribunale del Riesame ha scarcerato il sindaco di Riace Mimmo Lucano, accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e di turbativa d’asta, sostituendo gli arresti domiciliari con la più tenue misura del divieto di dimora a Riace. Provvedimento che è comunque

Taggato con:

Il video di Riace: un altro flop nella campagna della destra contro Mimmo Lucano

Un altro goffo tentativo di screditare Mimmo Lucano, con il video di Riace, è miseramente fallito. Dopo lo smascheramento dell’intercettazione pezzottata, ora, grazie al prezioso lavoro di Iacchité sappiamo che quel signore al bar che attacca duramente il sindaco e

Taggato con: , , , , , , ,

Mimmo Lucano e il matrimonio fasullo: il testo integrale dell’intercettazione

Questo post di Roberto Fiore ha avuto diffusione virale e tutta la fascisteria lo ha rilanciato ossessivamente per infangare la figura umana di Mimmo Lucano. Con una semplice analisi del testo integrale dell’intercettazione  e di altri passi dell’ordinanza del gip,

Taggato con: , , , , , ,

Per Mimmo Lucano vaghe accuse ed errori grossolani

“Vaghezza e genericità” di alcuni capi di imputazione, “errori grossolani”, conclusioni “prive di riscontri”. Nell’ordinanza di custodia cautelare a carico del sindaco di Riace, Mimmo Lucano, il gip di Locri Domenico Di Croce boccia molte delle accuse ipotizzate nei confronti del sindaco (comprese le più

Taggato con: , , , ,
Top