Il cascione. Oreste Scalzone e il partito delle uova quadrate

Oreste Scalzone

E’ una nuova rubrica, “Il cascione”, quella che parte oggi, ripubblicando un mio pezzo di trent’anni fa su (con?) Oreste Scalzone. Il nome ne definisce la modalità. Scavare nel baule dell’archivio e dei ricordi materiali ancora degni di rilievo. Lo avevo annunciato due settimane fa. L’occasione, il trentennale dell’abbattimento del Muro di Berlino. Poi mi sono fatto prendere subito dall’accidia. In una circostanza dolorosa, la prematura e straziante scomparsa di un collega a cui ero legato, ho scoperto invece che gli anziani della tribù non devono sottrarsi al dovere della trasmissione della memoria.

Una finta intervista a Oreste Scalzone

Partiamo quindi da una finta intervista con Oreste. Un gioco di artifizio metalinguistico, pubblicata trent’anni da Frigidaire, nella primavera 1989. Il pre-testo la candidatura all’Europarlamento di un antico amico, compagno e complice, Vincenzo Sparagna a cui OS intendeva offrire supporto. Andò male.

PS: Tanto Oreste quanto Vincenzo si divertiranno del fatto che, per imperscrutabili motivi, nel pdf che conservavo manca una pagina. Così ciascun lettore la potrà completare a suo piacimento

La falsa intervista

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.