Rivolta al Cpr di Torino. Le fiamme distruggono tre aree

 Rivolta, la scorsa notte al Cpr (Centro di permanenza per il rimpatrio) di Torino, dove un gruppo di ospiti ha appiccato incendi in tutti gli edifici del complesso. I disordini hanno interessato in particolare l’area bianca, verde e rossa, dove sono trattenute complessivamente più di 100 persone.

I vigili del fuoco hanno domato le fiamme e la polizia è stata impegnata, sino a questa mattina, nelle operazioni necessarie a riportare la calma. Ora si sta valutando
l’agibilità  degli edifici. L’area gialla e quella viola, dove era scoppiata una rivolta a fine novembre, sono tutt’ora inutilizzabili e 60 persone erano state spostate in centri di
altre città . Il 15 dicembre la protesta era stata nell’area rossa, dove i trattenuti sono più di una quarantina. A Capodanno, gli ospiti dell’area blu hanno incendiato dei materassi.

“Il Cpr di corso Brunelleschi è in fiamme – scrivono gli anarchici sui social – Le aree bianca, verde e rossa sono state distrutte dalla rabbia dei reclusi. Fuoco ai Cpr”.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.