Hoeness regala un primato al Bayern che il Milan non potrà mai eguagliare

Non sono più un maniaco di statistiche calcistiche, ma credo che il Bayern, insieme al Real Madrid, contenda al Milan il rango di squadra più titolata al mondo. C’è di sicuro, però, un primato su cui non c’è competizione: il presidente della compagine tedesca, Hoeness, che fu straordinario campione nella Germania della doppietta Europei-Mondiali negli anni 70, condannato per  frode fiscale, ha accettato la decisione della corte rinunciando all’appello e va ad affrontare il carcere.  Lo stesso giorno il presidente del Milan, condannato otto mesi fa per frode fiscale al carcere e all’interdizione dai pubblici uffici ed espulso dal Senato di cui faceva parte in applicazione della legge Severino, ha annunciato la sua intenzione di candidarsi alle elezioni europee nonostante sia di tutta evidenza che la suddetta legge non glielo consente.

Qualcuno vorrà generalizzare e ne trarrà la conclusione che, a prescindere dalla dittatura finanziaria e dal crescente risentimento anti-Merkel, la Germania è un paese serio, noi no. A me basta, invece, ricordare che anche in Italia c’è chi, pur gridando la sua innocenza, ha rinunciato all’appello e ha scontato l’intera pena. E se, come dicono gli ebrei, salvando una vita si salva il mondo, il gesto socratico di Sofri è motivo sufficiente di orgoglio nazionale…

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*