Il raid di San Bernardino: una falla clamorosa della sicurezza nazionale

A 48 ore dall’assalto al centro sociale di San Bernardino proviamo a fissare qualche punto:

  1. la coppia responsabile non costituisce una cellula dell’Isis ma l’attacco è classificato senza dubbi dall’intelligence come un atto di terrorismo interno;
  2. Farook, sul luogo di lavoro, entrambi sui social network dichiaravano esplicitamente le loro simpatie per l’Islam radicale;
  3. Il protagonismo operativo della Malik offre un interessante elemento di contaminazione: la guerriglia qaedista non rispetta la divisione sociale sessista dell’Islam tradizionale;
  4. I due soggetti non erano all’attenzione dell’Fbi.

Come già per la connection franco-belga, in tutta evidenza, è il fallimento totale degli apparati di sicurezza

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*