Nel nome di un Dio uccidono: una bella intervista a trm h24

Una bella intervista con Giovanni Scandiffio (Trm h24) sul mio libro In nome di un Dio uccidono (Edigrafema). A mia giustificazione e per non fare passare per scemo l’intervistatore e me per tamarro (che gli parlo sopra mentre mi pone la domanda) va chiarito che eravamo in due studi diversi e io avevo solo l’audio e non vedevo i suoi “segni” … Ma Giovanni è bravo a prescindere dalle difficoltà tecniche: e non solo perché è uno che per un’intervista si legge l’intero libro, pratica ormai desueta … A ripensarci ora, prima della rottura epocale dell’ 11 settembre, i primi anni ’90 sono stati decisamente terribili. Anche perché, per chi non ha una visione paranoica della storia, tutti quei disastri dell’umano non erano semplicisticamente riducibili al paradigma della fine del mondo bipolare con tutte le sue “conseguenze e sconseguenze”. Dalle sette new age suicide alla violenta conflittualità tra governo federale americano e destra religiosa, passando per la allucinante vicenda della strage di Tokyo, una variante ultramoderna dello shivaismo, possiamo serenamente affermare che non ci siamo fatti mancare quasi nulla. Per finire in bellezza, si fa per dire, il secolo, con la terribile storia dei cattolici tradizionalisti ugandesi che si annientano nel rogo della Chiesa per inverare la profezia sulla fine dei tempi

TUTTI I COMMENTI
Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*