Mafia capitale story/1: cinque anni di battaglia culturale

mafia capitale

Salvatore Buzzi non è un ”bandito di strada”. Non ha alle spalle un ”percorso di criminalità organizzata”. Un personaggio con una ”caratura”. E’ stato capace di ”costruire un network serio della cooperazione sociale” ma che alla fine ha fatto il botto. E’ il ritratto che arriva da Ugo Maria Tassinari. Giornalista, ex militante della sinistra extraparlamentare, con il libro ‘Fascisteria’ si è ritrovato ad essere uno dei massimi esperti dei miti e personaggi della destra radicale.

L’intervista all’Adn Kronos, nel pomeriggio del 4 dicembre 2014, il giorno del blitz di Mafia Capitale non mi vede tentennare di fronte alla sicumera della procura.

Detto questo, però, per Tassinari parlare di ‘mafia capitale’ è ”eccessivo”. ”E’ evidente che c’è un intreccio tra affarismo, malavita, millanterie, metodi spicci… però arrivare a questa ‘cupola nera’ mi sembra eccessivo”.
”Nelle intercettazioni di Buzzi nei confronti dei politici non ci sono intimidazioni ma favoritismi e corruttele – afferma ancora il giornalista – Buzzi opera in maniera autonoma da Carminati. Ha una caratura, è uno dei leader riconosciuti della cooperazione a Roma.

Non è un bandito di strada. E’ un personaggio che non ha alle spalle una storia di criminalità organizzata. Un delinquente comune che fa un delitto di paura, poi si inserisce in un percorso di recupero sociale. Una persona capace, che costruisce una struttura che negli anni si è ramificata, diversificando l’offerta. Ha tutte le caratteristiche per entrare nel mondo della cooperazione sociale. Poi negli ultimi anni – conclude Tassinari – si è molto accentuato l’intreccio losco tra affarismo, criminalità organizzata e mondo della cooperazione”.

La grancassa della stampa mainstream canta invece lo spartito scritto da Pignatone. Ora che la Cassazione ha chiuso la vicenda negando il carattere mafioso della banda Buzzi-Carminati proviamo a ricostruire cinque anni di battaglia culturale, in splendido isolamento dapprima, in rada ed eletta compagnia poi (1-continua)

Per approfondire

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*