Matteo Salvini punito dalla superbia. Addio al “partito delle guardie”

E’ ancora troppo presto per un’analisi dettagliata del voto ma i messaggi basici sono chiari. La polarizzazione voluta da Salvini per tentare la spallata finale al governo è fallita. Ha resuscitato il Pd, innescando l’effetto Stalingrado. Intanto godiamoci la meravigliosa sensazione che ci dà la batosta del “partito delle guardie”. E’ presto per dire se la spinta propulsiva di Salvini si sia esaurita, anche se ancora una volta, come in estate, lo punisce la superbia ma pare proprio che i cinque stelle ce li stiamo togliendo dai coglioni (cit.)

Possiamo quindi dare seguito al repechage dei materiali di Dies Irae, l’opera incompiuta, scritta a quattro mani con Oreste Scalzone, per chiudere i conti, una trentina d’anni fa con la sinistra postcomunista. E proprio alle considerazioni sul postcomunismo è dedicato il secondo capitolo.

Per ricordare

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*