Munnezza e Potere: i Contini non tornano

[Tra le tante collaborazioni irregolari o di breve durata ce n'è stata una che ha lasciato il segno. Per la qualità del giornale, per il piacere di farla: il Lunedì della Repubblica, uno dei tanti fake di successo di Vincenzo Sparagna. Ovviamente i pezzi erano a loro volta decisamente 'fuori registro'. Ma divertenti. In questo caso il Contini di cui parlo è un boss dell'area nordorientale di Napoli (San Giovanniello-Ponti Rossi fino a Capodichino) impicciato nel business dei rifiuti. Il periodo è la prima metà degli anni '90] 
ContiniI Contini non tornano: se Napoli è regolarmente coperta di rifiuti - e i dipendenti della nettezza urbana sono prevalentemente utilizzati per fornire dati sull'assenteismo nella pubblica amministrazione quanti comparielli possono essere piazzati a lavorare con la privatizzazione della raccolta. Chiedere al politico che cucca un sacco di preferenze a San Giovanniello - rione Amicizia e Secondigliano.
I Contini non tornano proprio: se Masciari è l'uomo del clan Mariano a palazzo S. Giacomo e a Napoli -Gava docet - e il ministro degli Interni di camorra sì che se ne intende - ci sono 6·clan e 100mila dipendenti della camorra spa - quali sono gli altri 6 uomini politici e pubblici amministratori contigui?
I Contini non tornano proprio neanche a Bologna: il totonero ha fatto bancarotta. Sabato 24 aprile sono state scommessi centinaia di milioni sul fatto che il Napoli lo scudetto lo avrebbe vinto nella regular season. Per conoscere il nome del fortunato vincitore leggere la rubrica Persone in questo stesso riquadro.
Per chi ha dubbi aiutarsi con la fotografia..
Taggato con: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.