25 giugno 1951: nasce Nicola Solimano, uno dei leader più amati di Prima Linea

“Gli anni passati ai cancelli della Fiat mi hanno reso partecipe di modi concreti di conflitti altamente motivati, da tutte le parti in gioco, rispetto ai quali ho compiuto la mia scelta di campo come scelta di una parte sociale.”

(Nicola Solimano)

Venosa; 25 giugno 1951; San Giorio di Susa; 19 aprile 2017.

Nei due luoghi ci sono già due terzi della sua biografia.

Venosa è il Sud: sono le lotte dei braccianti, gli scioperi e le manifestazioni, i morti per mano della polizia. Una raffica di mitra sparata contro il portone di casa ad avvertimento nei confronti del padre, avvocato comunista, sindaco del paese per 14 anni, difensore appassionato della fascia più emarginata del paese, a sua volta incarcerato e detenuto in seguito a scontri avvenuti in una campagna elettorale del dopoguerra.

La Valle di Susa, luogo elettivo, dove aveva scelto di vivere negli ultimi anni e verso la quale sentiva un rapporto particolare di vicinanza cementata nella lotta contro la TAV e vivificata da una rete di relazioni di vita oltre che di lotta, perchè è sempre stato un suo pensiero guida la costruzione di relazioni fondate su modelli comunitari di vita.

Il terzo luogo è Torino: la Fiat Mirafiori e Rivalta, Potere Operaio, Senza Tregua, Prima Linea. Di cui è stato uno dei leader più amati.

Una vita passata da Capitano, colui che prima dell’inizio della partita fa la scelta di campo.

Onorato di esserti stato fratello.

Chicco Galmozzi

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.