Nuove Br e #Notav, che bufala: non sono terroristi, non sono brigatisti, non c’è nessun appello al movimento

See on Scoop.itL’Alter-Ugo

Non sono BR, non l’hanno scritta ai valsusini, non richiama alla lotta armata. Un guazzabuglio tutto mediatico per una storia di ordinaria criminalizzazione del dissenso

 

Ugo Maria Tassinari‘s insight:

Il documento – scrive Mazzetta su Giornalettismo – si può leggere appunto in rete, ma ad un’attenta lettura pare molto arduo riassumerlo come ha fatto ANSA e come poi a ruota hanno fatto molti altri media. Il documento non tratta di lotta armata, questo è un fatto, il riferimento al “salto di qualità” è chiaramente all’interno di un discorso che tratta della resistenza alla repressione, va da sé almeno indebita, impiegata dallo stato contro il dissenso non istituzionalizzato attraverso lo strumento carcerario, è infatti appena il caso di ricordare che gli autori sono in carcere. Si tratta di un’analisi comunista abbastanza classica del rapporto tra le istituzioni, bastone dei padroni, e le classi popolari, davvero niente di eccezionale, tanto che risulta copincollata in buona parte, e in particolare proprio nella parte che nomina il movimento NoTav, dal sito Operai Contro, per niente sospettato d’essere veicolo di letteratura terrorista. Di più, il testo è stato pubblicato alcuni giorni fa e nessuno l’ha scambiato per un messaggio o un’esortazione ai Notav nemmeno per sbaglio.

See on www.giornalettismo.com

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.