Pino Rauti, sette anni dopo/1

Sette anni fa moriva a Roma Pino Rauti, un leader assai controverso. Alla sua figura Fascinazione dedicò uno speciale con più di venti post che vi ripropongo in comodo elenco, tra ricostruzione storica, omaggi di allievi e avversari e cronaca tempestosa dei funerali con il popolo missino inferocito contro Gianfranco Fini, agli sgoccioli della presidenza della Camera. A chiamare il presente per il vecchio leader ordinovista l’avanguardista Bruno Di Luia:

E’ morto Rauti, un protagonista ancora inviso agli antifascisti

Apprendo della morte di Pino Rauti da più fonti praticamente in contemporanea. Su Fb c’è l’invito esplicito di Ciro Pellegrino a scriverci su: scorro la discussione che gronda di insulti per il personaggio. L’odio livoroso nei confronti dei morti mi disgusta ma c’è dell’ironia nel fatto che questo rigurgito antifascista sia destinato a una persona che dai fascisti “duri e puri” era considerato un servo degli americani (a partire dalla sua figura un ex militante rautiano, Vincenzo Vinciguerra, ha coniato la categoria di “neofascisti atlantici di servizi”, poi rilanciata dalla rivista ‘Avanguardia’, che è cosa diversa dallo storico gruppo di Delle Chiaie, e fu fondata più di vent’anni fa da un rautiano trapanese, Leonardo Fonte) e un infame (un commando dei Nar progetta la sua esecuzione e solo l’intercessione di uno dei leader carismatici della galassia guerrigliera nera fa stornare il bersaglio).  LEGGI TUTTO

“Che bruci all’inferno”

All’epoca Fascinazione dedicava le sue principali attenzioni all’ambiente extraparlamentare, all’epoca assai vivace. E così i “ricordi” cominciano con quelli dei leader dell’area: Paolo Caratossidis, che fu leader di Gioventù nazionale, l’organizzazione giovanile della Fiamma, Roberto Fiore, CasaPound, Roberto Bussinello LEGGI TUTTO

“Un grande teorico dell’innovazione”

Avendo aperto un primo post sui commenti degli esponenti attuali della destra radicale ne apro un secondo sotto la generica classificazione di postfascisti e quindi ex missini, alleati nazionali, pidiellini, liberalfuturisti e quanto altro la diaspora postmissina ha generato. Ci sarà sicuramente qualche approssimazione ma mi sembra la tassonomia più semplice e di immediata comprensione. I ricordi di Paola Frassinetti, Francesco Storace, Luciano Lanna, Roberta Capotosti, Angelo Mellone LEGGI TUTTO

“Ci ha insegnato ad andare oltre

Ancora ricordi: Giorgio Ballario, Paola Frassinetti (una riflessione più ampia dopo il primo accorato saluto), Assunta Almirante, Flavia Perina, Fabio Granata, Alfredo Mantovano, Filippo Rossi, Luca Taveri LEGGI TUTTO

Fascisteria parte proprio da Rauti

Il mio viaggio nella “Fascisteria” (parlo ovviamente della prima edizione del 2001, un’opera che oggi considero imperfetta e squilibrata ma che pure mi dicono non essere priva di pregio) parte proprio da Pino Rauti, scomparso questa mattina all’eta di 85 anni. E quindi con rigore filologico posto qui il primo capitolo del libro, segnalando tagli e inserendo qualche nota a margine (in corsivo e parentesi quadra). Le note a fine capitolo mancanti sono collegate a passi tagliati. LEGGI TUTTO

“Sguardo verso il Sole”

Accanto ai messaggi ufficiali e le prese di posizione politiche in omaggio al leader politico scomparso,  e quasi a fare da contrappeso al nutrito fuoco di sbarramento degli avversari, sono numerose anche le testimonianze di affetto di militanti di base personalmente legati a Pino Rauti. Io ne riporto uno che mi è stata offerta oggi pomeriggio.

“Sguardo verso il Sole, fucile verso terra…” Josè Antonio Primo de Rivera. Ti saluto così, Pino. 

Così, sulla mia bacheca di Facebook ha postato Ferdinando Parisella Seguono i ricordi di Gianfranco Fini, Renata Polverini, Italo Bocchino, Adriana Poli Bortone, Punto Zenith LEGGI TUTTO

1-CONTINUA

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*