24 settembre 1979: Prospero Gallinari è ferito e catturato

Prospero Gallinari e Mara Nanni, delle Br, vengono sorpresi dalla polizia,
avvertita da una telefonata anonima, mentre sostituiscono la targa di una autovettura in viale Metronio. Nel conflitto a fuoco Gallinari rimane molto gravemente ferito alla testa. Rimane ferito anche un poliziotto. La Nanni viene arrestata, ma un complice riesce a fuggire. La storia ce la racconta lui, nell’autobiografia “Un contadino nella metropoli”. Ricca di particolari inediti: dalla presenza di brigatisti rossi nell’ospedale dov’è ricoverato alla sua decisione di non accettare la proposta di evasione per non pesare sull’organizzazione. Perché in realta le ferite al cervello erano state gravissime ma i danni limitati dal fatto che era mancino e quindi con le aree funzionali “invertite”.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.