Qaedisti somali assalto centro commerciale di lusso a Nairobi. Intervengono le teste di cuoio israeliane

See on Scoop.itL’Alter-Ugo

LaPresse
Attacco a centro commerciale Nairobi: 10 vittime. Per polizia è …
LaPresse
Nairobi (Kenya), 21 set.

Ugo Maria Tassinari‘s insight:

Uomini delle forze speciali israeliane hanno fatto irruzione dentro il Westgate, il centro commerciale di Nairobi da 24 ore sotto assedio da parte di terroristi. Sabato all’ora di pranzo un gruppo di uomini armati ha aperto il fuoco nell’affollato mall di Nairobi, in Kenya. Nell’attacco sono anche state lanciate granate. Le vittime sono 59 e i feriti almeno 200 secondo la Croce Rossa, ma il bilancio dei morti potrebbe crescere ancora. A diverse ore dall’attacco gli assalitori sono ancora asserragliati in un supermercato del mall, con almeno sette ostaggi, anche se l’emittente australiana Abc, ripresa dalla Cnn, sostiene che sono 36 i civili in ostaggio, anche se c’è ancora incertezza sul numero esatto delle persone in mano ai sequestratori. Cinque degli ostaggi sono stati liberati nella notte tra sabato e domenica. Intanto verso le 9 del mattino ora italiana un’altra raffica di spari si è sentita dal centro commerciale e pochi minuti dopo due soldati kenyoti feriti sono stati portati all’esterno della struttura. «Le operazioni proseguono – ha dichiarato un responsabile della sicurezza kenyota -. Libereremo tutte le persone che sono ancora all’interno», ha detto il capo della polizia

See on www.lapresse.it

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.