Nel corso di una manifestazione di protesta contro i licenziamenti degli operai della Breda, le forze di polizia aprono il fuoco uccidendo Nerone Piccolo di 25 anni e Virgilio Scala di 33 e ferendo altri 5 lavoratori. I lavoratori di Venezia organizzano una manifestazione …

14 marzo 1950: il massacro che non ci fu alla Breda Continua a leggere »

Gli assassinii di Brescia e S. Giovanni in PersicetoDue nuovi assassini, che vengono ad aggiungersi agli altri tre consumati in Valpadana dagli agrari e dalla polizia contro i braccianti in sciopero, sono stati compiuti domenica nelle campagne di Brescia e …

12 giugno 1949: uccisi due braccianti. Ma la violenza non piega “l’eroica lotta” Continua a leggere »

Il 16 maggio 1955 Cosa Nostra  uccide con sei colpi di lupara SALVATORE CARNEVALE (32 anni) un coraggioso sindacalista socialista della CGIL. Diventerà l’angelo dei braccianti. Carnevale stava a lavorare in una cava di pietra gestita dall’impresa Lambertini e i killer lo …

16 maggio 1955, la mafia uccide Turiddu Carnevale, angelo dei braccianti Continua a leggere »

L’omicidio di Guido Rossa segna un punto di rottura nel rapporto tra Brigate Rosse e movimento operaio organizzato. Le conseguenze sono assai negative per la formazione combattente, che aveva sempre mantenuto un rapporto di simbiosi ambigua con la base del …

24 gennaio 1979. Le Br uccidono Guido Rossa. Un colpo al cuore della base pci Continua a leggere »

Il mio antico “vice” Roberto Russo mi ha fatto un regalo mica male, ieri: nel chiedermi un’intervista per il Corriere del Mezzogiorno sul caso Gallo si è dimenticato di dirmi che la mia testimonianza sarebbe stata contrapposta (la vecchia lezione …

Il caso Gallo. Il prof. Masullo, io e la maledizione del ‘900 Continua a leggere »

[Contro inchiesta su uno scontro tra disoccupati organizzati e Cgil trasformato in un “assalto di camorristi o terroristi”. Questo fu il primo scoop della mia vita. Uno scoop abbastanza facile: solo un imbecille poteva pensare che le Br potessero ripresentarsi …

I disoccupati si difendono “Non è stato un assalto” Continua a leggere »