Pietro Morlacchi (1938-1999), detto Pierino, uno dei fondatori delle Brigate rosse, è cresciuto nel quartiere milanese del Giambellino. La sua è una numerosa famiglia proletaria di tradizioni comuniste con ben 13 figli. Due di loro lavoravano all’«Unità». Due, invece, Angelo …

Morlacchi story, una famiglia comunista al Giambellino Continua a leggere »

Il 9 febbraio 1975 il militante dei Nap Pasquale Abatangelo riesce a evadere dalle Murate insieme al proletario prigioniero Dante Saccani. E’ la prima evasione di un prigioniero politico. Abatangelo toglie il record a Renato Curcio per soltanto nove giorni. …

9.2.75. Il record di Pasquale Abatangelo che fugge da Murate Continua a leggere »

Parte proprio dal ricordo di Emilio Alessandrini il lungo memoir di Armando Spataro, il più noto dei pm antiterrorismo della procura di Milano. Ve ne ripropongo gli stralci nell’anniversario dell’omicidio del pm da parte di Prima Linea, un agguato che …

Spataro: vi racconto il mio amico Emilio Alessandrini Continua a leggere »

Quando dalle Brigate rosse arriva la chiamata alla clandestinità, quasi fosse “la cartolina per la leva”, Pippo lascia la moglie e il figlio di nove anni e va a Torino. L’ organizzazione gli affida un fascio di banconote, bottino degli …

Compie 80 anni Tonino Paroli, un operaio brigatista Continua a leggere »

Giorgio Semeria (Milano, 3 novembre 1950 – Varese, 10 marzo 2013), figlio di un dirigente della Sit-Siemens e studente di sociologia a Trento (nella foto guida la fila dei “tradotti” al maxiprocesso di Torino, seguito da Franceschini, Curcio e Buonavita). …

3.11.50: nasce Giorgio Semeria, “figlio delle Brigate rosse” Continua a leggere »

 Rocco Sardone arriva a Reggio Emilia nel 1971 da Tricarico, il paese della collina materana del sindaco poeta, Rocco Scotellaro. Ha sedici anni e trova lavoro da operaio. Si inserisce subito nel movimenti  di lotta per ottenere migliori condizioni salariali. …

30.10.77, Torino: muore Rocco Sardone in attentato pro-Raf Continua a leggere »

Un mese dopo l’arresto di Renato Curcio e Alberto Franceschini, il provocatore Silvano Girotto, collaboratore dell’Antiterrorismo del generale Dalla Chiesa, continua a fare danni. Il 9 ottobre scatta l’operazione contro il compagno Giovanbattista Lazagna, comandante partigiano con medaglia d’argento e …

9.10.74, manette al capo supremo BR, Giovanbattista Lazagna Continua a leggere »

Quando è stato ucciso, il 26 settembre 1988, aveva quarantasei anni e molte vite alle spalle. L’ultima, la più intensa, Mauro Rostagno la vive a Trapani. Nel capoluogo siciliano Rostagno arriva dopo un percorso travagliato. Figlio di una famiglia proletaria di Torino, quando …

6.3.42, Torino: nasce Mauro Rostagno, gigante sulle spalle di tanti nani Continua a leggere »

Sociologo, leader del movimento studentesco a Trento, fondatore di Lotta Continua, animatore di Macondo, seguace del verbo del maestro Bhagwan Rajnesh, fondatore dell’Associazione Saman, giornalista e direttore operativo dei servizi d’informazione dell’emittente televisiva trapanese RTC. Sono queste le tante sfumature …

26 settembre 1988: la mafia ammazza Mauro Rostagno Continua a leggere »

Prosegue lo speciale sul “giorno nero” della cattura di Curcio e Franceschini, con il ricordo di Prospero Gallinari, che ricorda le violazioni delle regole brigatiste dei due capi, ma anche dei quadri dirigenti che affluirono in massa nel “covo delle …

8.9.74 Gallinari ricorda la cattura di Curcio e Franceschini Continua a leggere »