Genova, presidio militante al centro sociale Utopia appena sgomberato

utopia

E’ terminato senza momenti di tensione lo sgombero dello stabile di proprietà  di Eni divenuto un centro sociale.  I giovani dello Spazio Libero Utopia lo hanno occupato per quasi quattro anni. 
Stamattina la Digos ha consentito ai giovani arrivati a sgombero in corso, di portare via alcuni oggetti che si trovavano ancora nel centro sociale.

La polizia ha operato in forza di un decreto di sequestro preventivo firmato a luglio dal gip di Genova.  Gli operai, su indicazione dei responsabili della sicurezza Eni, hanno sigillato porta dello stabile e cancello.
In via Ronchi resta il presidio di una ventina di militanti che hanno srotolato un grosso striscione: “Eni assassini globali, Utopia vive”. 
Un paio di settimane fa gli stessi militanti dello spazio sociale avevano annunciato lo sgombero sulla pagina Facebook di Utopia:

Il commiato dei militanti di Utopia

Lo Spazio Libero Utopia tornerà a essere uno dei tanti luoghi abbandonati e inaccessibili, tristi monumenti al degrado che certa politica volutamente crea e alimenta.
Questo posto è nato nel 2014 all’interno di una delle tante aree dismesse e abbandonate della nostra città.
A seguito di una costante opera di ristrutturazione e di bonifica uno dei tanti luoghi inutilizzati delle nostre periferie è stato per quattro anni un luogo di socialità e di confronto politico»“

In questi anni nello stabile e nel giardino di via Ronchi  gli attivisti hanno organizzato dibattiti, cineforum, presentazioni di libri, una palestra popolare e un orto collettivo

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.