Radio Islam, la lista nera degli ebrei potenti e la facile profezia di Alessandra Colla

Grande scalpore su “Repubblica” per l’elenco dei docenti ebrei dell’università La Sapienza di Roma riemerso tra i flutti della Rete. Uguale scalpore, perfino con un po’ di sgomento, anche sul “Corriere della sera”: che in preda al panico confonde tempi e persone. E pensare che se sei anni fa un gruppo di docenti universitari della Sapienza non avesse avuto l’idea di denunciare l’antisemitismo dilagante non saremmo qui, adesso. «D’altra parte», mi fa notare l’amico Tassinari,  «la storia del Corriere che ripubblica nel 2011 un articolo del 2008 non correggendolo neanche per parlare di una sua pagina di pubblicità del 2005 ha un’aura borgesiana sulla circolarità tra letteratura e vita…». Così, se nel 2012 non sarà sprofondato in cenere il “povero glomerulo” che dice il Gozzano, mi aspetto che nel 2014 un gruppo di docenti ebrei della Sapienza di Roma pubblichi a pagamento un appello contro l’antisemitismo dilagante, denunciando la ripetuta presenza in rete di black list di docenti ebrei eccetera eccetera, in un gioco di specchi che pregusto infinito. Grazie, McLuhan.

Così Alessandra Colla nel luglio del 2011. E’ stata facile profeta, sbagliandosi soltanto di un anno. Perché puntualmente ieri la Repubblica ha rilanciato: parlando stavolta dell’elenco dei “giornalisti ebrei” pubblicato da Radio Islam. E’ anche questa una pagina sciatta (cita Vittorio Orefice morto nel 1998) e stravecchia (Willy Molco scomparso nel 2002 è dato per recentemente morto). Il “sito antisemita” ripropone nella stessa pagina, un assemblaggio di materiali di diversa origine e grado di elaborazione, anche la “lista dei professori”.
PS: Ovviamente anche nel 2012 la blacklist era riapparsa nel web …

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*