Corte conti: “Sandri, risarcimento alto fu stabilito per paura degli ultrà” – Roma – Repubblica.it

Corte conti: “Sandri, risarcimento alto fu stabilito per paura degli ultrà” – Roma – Repubblica.it.

L’incipit: Luigi Spaccarotella, il poliziotto che l’11 novembre 2007 uccise il tifoso laziale Gabriele Sandri potrebbe dover restituire allo Stato solo 1,5 dei 3,1 milioni di euro versati dal ministero dell’Interno. “In sostanza – sostiene la procura toscana della Corte dei conti nel procedimento che dovrà definire la somma che Spaccarotella dovrà restituire allo Stato – la cifra con cui la famiglia di Gabriele è stata risarcita sarebbe superiore a quella che risulterebbe applicando le ordinarie tabelle di calcolo del danno”. 

umt: Non mi pare che lo Stato abbia dimostrato di aver paura degli ultras, anzi non ha mai rinunciato a politiche di contenimento aggressive e vessatorie. E comunque, al di là del risarcimento record, quel giorno maledetto resta una pagina vergognosa per il Viminale: per le bugie imbastite in prima istanza, per la decisione di non sospendere il campionato per onorare la memoria di un innocente.

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Taggato con: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*