Guaglianone: «Ndrangheta? Io non c’entro con le cosche» – IlGiornale.it

Guaglianone: «Ndrangheta? Io non centro con le cosche» – IlGiornale.it.

INCIPIT: Reazione indignata e annuncio di querele: Pasquale «Lino» Guaglianone è furibondo per la pubblicazione sul Giornale del rapporto dei commissari antimafia di Reggio Calabria che lo mette in collegamento con personaggi in contatti a loro volta con la ‘ndrangheta. Secondo la Dia, nello studio di Guaglianone in via Durini si incrociavano affari di molte società operative sull’asse Reggio-Milano nella penetrazione.«La verità – dice Guaglianone, già candidato Pdl alle Regionali e consigliere d’amministrazione delle Ferrovie nord – è che io di queste cose non so assolutamente niente, non sono indagato e non sono mai stato nemmeno interrogato. E queste pubblicazioni hanno effetti devastanti sul mio lavoro».Però il suo nome compare ripetutamente nei rapporti della Dia di Reggio Calabria, e così pure l’indirizzo del suo studio di via Durini.

umt: Così Lino Guaglianone, il controverso commercialista con trascorsi giovanili di fiancheggiatore dei Nar e un presente di fiorente attività professionale nel coté di La Russa, ma anche di solidarietà con i camerati in difficoltà,  reagisce alle accuse pubblicate sul “Giornale” di domenica. C’è dell’ironia, però, nel fatto che ad avere rapporti con la ‘ndrangheta – a detta dello stesso Guaglianone – è un collaboratore dello studio, tale Bruno Mafrici, che non è un neofascista ma un leghista.

 

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.