«La destra torni nelle strade» – Il Tempo

See on Scoop.itL’Alter-Ugo

Il Tempo
«La destra torni nelle strade»
Il Tempo
«Più che un centrodestra mi sembra che ci siano cento destre».

Ugo Maria Tassinari‘s insight:

L’intervista ad Assunta Almirante, che, ai suoi tempi, era una star del salotto Angiolillo, è un must per ogni stormir di folie a destra ma òsulle prospettive cantieristiche e sullo stato di avanzamento dei lavori c’è tanta roba da leggere:

IL Quotidiano nazionale che attacca con l’invocazione di Storace per un ritorno ad An:

«OFFICINA per l’Italia? Ma per me possono pure andare dal meccanico, in carrozzeria — taglia corto Francesco Storace, leader storico de La Destra — ma io rivoglio unire la destra italiana, voglio un messaggio d’unità. Facessero un po’ come gli pare, io rivoglio Alleanza Nazionale…».

http://qn.quotidiano.net/primo_piano/2013/09/21/953458-destra_tentazione_cantiere.shtml

Federico Guiglia dalle colonne TEMPO parafrasa Woody Allen e invoca una "destra che ami l’Italia":

"Cercasi destra di esempi, dunque, che preservi la libertà di parola in Alto Adige, e abolisca il vitalizio dei parlamentari a Roma. Che si batta per la cultura italiana, con la fierezza e grandezza con cui lo fa Riccardo Muti. Che ami le libertà, con lo spirito dell’indimenticabile Indro Montanelli. Che detesti il finanziamento pubblico ai partiti, ma non la carità cristiana rilanciata con umile fermezza da Papa Francesco. Una destra del lavoro, con poche ma forti proposte per rilanciare l’economia, con una certa idea dell’Italia nell’universo e in patria, concedendo ai figli di immigrati nati nel Paese più bello del mondo la possibilità di dire, come gli stranieri nell’antica Roma, "sono cittadino italiano".

http://www.iltempo.it/politica/2013/09/21/una-destra-esempio-di-liberta-1.1173831

 

Dalle stesse colonne Gennaro Malgieri invoca il ritorno allo spirito delle origini mentre spiega che non basta aprirsi un’officina:

"La rinascita di Forza Italia è la più chiara ed eloquente presa d’atto dell’esaurimento (se non del fallimento) della breve stagione del Pdl. Da tempo era chiaro a Berlusconi che la sua ultima «creatura», lanciata in un freddo pomeriggio di novembre del 2007, a piazza San Babila a Milano, non funzionava. La «fusione», affrettata e raffazzonata, con Alleanza nazionale, a ridosso della campagna elettorale, tutto poteva essere tranne che il «partito unico» del centrodestra che in tanti auspicavano, come completamento del bipolarismo, e per il quale si erano spesi"

http://www.iltempo.it/politica/2013/09/20/la-destra-ritrovi-lo-spirito-delle-origini-1.1173558

http://www.iltempo.it/politica/2013/09/17/alla-destra-non-basta-un-officina-1.1172637

 

Per DaRold su Linkiesta l’obiettivo sono gli elettori delusi del centrodestra:

Mentre Silvio Berlusconi festeggia con i suoi il ritorno a Forza Italia, tra le fila di quel che è rimasto della destra italiana ci si attrezza in vista delle prossime elezioni, a distanza di anni dalla scomparsa del Msi di Giorgio Almirante, di Alleanza Nazionale e infine di Gianfranco Fini. Gli ex esponenti di An, i naufraghi ora in Fratelli D’Italia, da Ignazio La Russa a Giorgia Meloni, da Guido Crosetto fino a Gianni Alemanno e Adolfo Urso, rinsaldano le truppe in vista delle prossime elezioni europee: l’obiettivo è piazzare un paio di parlamentari in Europa e cogliere quel voto di «centrodestra» che non si riconosce più in Forza Italia. Anche se La Russa si è affrettato nei giorni scorsi a definire il cantiere Officine per l’Italia di Atreju «diverso» ma «alleabile» a Forza Italia: l’ipotesi è di un alleanza in vista delle prossime elezioni comunali. 

Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/destra-berlusconi#ixzz2fblNn6FR E comunque la posta in gioco è interessante: un potenziale bacino elettorale del 7%, a prestar fede ai sondaggisti:

"Troppo presto per immaginare il suo appeal elettorale? Probabilmente sì, è il parere dei vari Antonio Noto di Ipr, Roberto Weber, Alessandra Ghisleri di Euromedia Research. Ma un calcolo del potenziale si può già fare. E, ferme restando le varie incognite con cui il progetto dovrà vedersela – in primis la permanenza o meno di Berlusconi sull’agone politico – i primi dati sono tutt’altro che scoraggianti. «L’obiettivo che si pone una formazione del genere è di riportare a casa quei 6-7 milioni di italiani che nelle ultime elezioni hanno abbandonato il centrodestra» spiega la Ghisleri. Ovvio, però, che tra le più rosee aspettative e la realtà ci siano differenze notevoli. «Non abbiamo rilevazioni degli ultimi giorni – spiega Antonio Noto – ma in un recente passato ci siamo occupati spesso dell’ipotetico appeal di un moderno partito di destra e abbiamo scoperto che il potenziale elettorale potrebbe arrivare anche al 7%». Un valore importante, magari ulteriormente rivedibile al rialzo nel caso di una partnership con la Lega, suggestione emersa dalla partecipazione del sindaco di Verona Flavio Tosi alla manifestazione romana Atreju".

http://www.iltempo.it/politica/2013/09/18/la-nuova-destra-puo-valere-il-7-1.1172915

 

 

See on www.iltempo.it

Informazioni su

Ugo Maria Tassinari è l'autore di questo blog, il fondatore di Fascinazione, di cinque volumi e di un dvd sulla destra radicale nonché di svariate altre produzioni intellettuali. Attualmente lavora come esperto di comunicazione pubblica dopo un lungo e onorevole esercizio della professione giornalistica e importanti esperienze di formazione sul giornalismo e la comunicazione multimediale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.