Non serve citare Foucault per evocare il baratro che separa verità storica e verità giudiziaria. Né è utile giocare dialetticamente sul funzionamento dei diversi dispositivi. In questo caso, un episodio minimo inserito nel maxiprocesso milanese contro Prima Linea e Comitati …

21 maggio 1976: una spesa proletaria tra narrazione giudiziaria e storia sociale Continua a leggere »

Quando, tre anni fa, ho avviato il progetto di “agenda rossa” che sto qui sviluppando con buoni risultati e qualche discontinuità, avevo ben presente un rischio evidente. Nella scelta casuale ma non arbitraria degli eventi del giorno, per un’evidente distorsione …

19 maggio 1977: la guerriglia del Portello e altre storie di lotta più o meno armata Continua a leggere »

“Indomito ideologo”, “cervello pensante”, “mente”. Grazie al giudizio convergente di numerosi pentiti, “Robertino” Rosso, che oggi compie 72 anni, si è visto inchiodato a un ruolo in Prima Linea che nella realtà effettuale delle cose non ha mai ricoperto, essendo …

21 marzo 1949: nasce Roberto Rosso, la “testa” di Prima Linea Continua a leggere »

Dall’autobiografia di Armando Spataro che, al di là dei diversi ruoli, lui pm, Galli giudice istruttore, ne fu il più stretto collaboratore nelle inchieste antiterrorismo [Guido Galli] fu ucciso il 19 marzo 1980, davanti all’aula dell’Università Statale di Milano dove …

19 marzo 1980: Prima Linea uccide il giudice Guido Galli Continua a leggere »

Pia Panseri e Gianfranco Fornoni , ex Prima Linea, sono indagati, si legge su L’Eco di Bergamo: «per le lettere minatorie spedite a giugno ai presidenti di Confindustria Lombardia Marco Bonometti e Confindustria Bergamo Stefano Scaglia e per la bomba …

Zona rossa ad Alzano: due attivisti indagati per terrorismo. Sono ex di Prima linea Continua a leggere »

Uno dei limiti che avverto nel mio lavorio di recupero della memoria dell’antagonismo degli Anni 70 è che spesso le “cime tempestose” finiscano per occultare la potenza estesa del grande movimento ondoso. In questo caso, grazie al bellissimo lavoro di …

La nascita di Prima Linea a Torino e l’omicidio Ciotta Continua a leggere »

Giuseppe Ciotta, 30 anni, poliziotto, è nato ad Ascoli Satriano, in provincia di Foggia, dove ha lasciato tutta la famiglia, e lavora a Torino dal 1972. Qui ha sposato Michelina, compaesana e amica fin dall’infanzia. Nel 1975, poi, è nata …

Torino, 12 marzo 1977. Prima linea uccide il brigadiere Ciotta Continua a leggere »

Il ricordo di Chicco Galmozzi, che era stato uno dei fondatori di Prima Linea a Torino, per l’anniversario della morte di Barbara Azzarooni e di Matteo Caggeggi è dedicato a lui. Di Barbara ci siamo già occupati e quindi questa …

28 febbraio 1979: con Barbara e Matteo comincia a morire Prima Linea Continua a leggere »

Paolo Paoletti nasce ad Orbetello in provincia di Grosseto. Emigrato a Nord, si stabilisce a Monza per la vicinanza al luogo di lavoro. Paoletti entra come ingegnere tecnico, responsabile della produzione dell’Azienda chimica ICMESA . Il 10 Luglio 1976, alle …

5 febbraio 1980: Prima Linea uccide il direttore dell’Icmesa. Una vendetta per il disastro di Seveso Continua a leggere »

Il 6 marzo ’79 un silenzio cupo schiaccia il centro di Bologna. Bandiere, fiori, una corona: Barbara era una di noi, una comunista. Barbara Azzaroni, ventinove anni. Militante di Prima linea uccisa insieme a Matteo Caggegi, vent’anni, operaio Fiat. Duemila …

2 febbraio 1950: nasce Barbara Azzaroni Continua a leggere »